Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

L’effetto sorpresa Beyoncé e Justin Timberlake, le rivoluzioni nel marketing musicale 2013

0

Il 2013 è sembrerebbe essere un anno di profondo cambiamento riguardo alla concezione di marketing musicale. Proprio ad inizio 2013 abbiamo improvvisamente visto tornare Justin Timberlake, che senza annunci ne proclamazioni, lanciò un singolo e dopo poche settimane invase le album chart con il suo progetto “The 20/20 Experience” parte 1, che fino ad oggi è stato l’album di maggior successo di questa annata. Justin aveva annunciato insieme a Timbaland di voler cambiare il corso di decadimento della musica, ma sembrerebbe che questo sia avvenuto non soltanto per le sonorità scelte, ma anche per una strategia di marketing completamente diversa per la promozione dei propri album.

beyonce-kanye-west-jay

La stessa formula venne poi adottata da due guru della musica HipHop, come Jay-Z, e Kanye West, che entrambi pubblicarono i loro rispettivi progetti a pochi giorni dall’annuncio ai media. “Yeezus” e “Magna Carta Holy Grail”, quest’estate vennero pubblicati senza avere fuori nelle radio dei singoli in piena forza, eppure le vendite a fine anno sono state di tutto rispetto, considerando poi che l’album di Kanye è stato considerato da molte riviste il miglior disco del 2013…

Ancora più rivoluzionaria e inaspettata, questo 13 dicembre è arrivata Beyoncé, che mantenendo un silenzio stampa da servizi segreti, ha deciso di pubblicare il suo quinto album in studio senza alcun preavviso, e sta ottenendo, solo con le vendite digitali, dei risultati a dir poco incredibili che mettono all’angolo tutte le altre artiste femminili uscite in questo 2013.

Si va delineando dunque questo trend, applicabile però, solamente ad artisti già conosciuti e molto famosi, solo questi grandi nomi infatti possono permettersi di rilasciare un nuovo progetto senza “farsi vedere”, ed ottenere dei numeri di tutto rispetto nelle prime settimane di vendita.

Vantaggi e svantaggi di questa strategia di marketing:

Vantaggi:
la musica viene resa fruibile immediatamente sui market digitali
il leak viene strozzato dalla radice, e permette vendite più alte al debutto
il fattore sorpresa fa parlare immediatamente del progetto, con una propagazione in rete incredibile
l’artista ed il management possono verificare da subito con la reazione dei fans quali singoli e video rilasciare durante l’Era

Svantaggi:
un progetto rilasciato a sorpresa riesce bene solo se dietro vi è un nome già “famoso”
manca il piacere di scartare man mano un progetto, aspettare le video premiere, e analizzare i risultati dei signoli
una buona first week viene assicurata ma potrebbe trattarsi di un “fuoco di paglia”, con alte vendite subito ma un calo inesorabile
il rilascio dei singoli per promuovere la Era suscita meno interesse
si crea un musicbiz a due velocità, chi si può permettere un rilascio a sorpresa, e chi come i debuttanti faticheranno ancora di più con i loro album

La musica in formato digitale è stata una rivoluzione, una rivoluzione che ha veramente cambiato tutto il concetto di fruibilità della musica, e tutto il concetto di elaborazione della stessa. Questo nuovo metodo di marketing battezzato nel 2013 è certamente una risposta valida contro la pirateria dilagante ed il leak, ma sicuramente fa soffrire i nostalgici che la musica la vogliono ascoltare piano piano, e adorano l’attesa di nuovi singoli prima della release ufficiale del disco vero e proprio.

La strada tracciata da Jay-Z, Kanye, JT, Beyoncé e questa crew di superpotenze musicali è certamente una strada vincente, tuttavia si va a perdere secondo me un po’ del grande piacere d’attesa che la musica può procurare ai fans. Un po’ come andare al ristorante e trovarsi sul tavolo antipasto, primo, secondo, dolce, caffè ed ammazza caffè insieme….

Voi cosa ne pensate di questo nuovo sistema di pubblicare musica, e queste nuove strategie di marketing musicale?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.