Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Leggenda: 25 anni Rhythm Nation 1814 di Janet Jackson

In questi giorni si celebra il 25esimo anniversario di uno degli album femminili più importanti della musica Pop, Funk ed R&B. Stiamo parlando di uno degli album più rappresentativi di Janet Jackson, Rhythm Nation 1814, uscito a metà settembre del 1989, e che ha fatto segnare diversi record che non erano mai stati raggiunti prima d’ora da un’artista femminile.

rhythm-nation-1814

Janet Jackson entrò in studio con i suoi collaboratori di fiducia Jimmy Jam e Terry Lewis per creare un sequel al primo disco di successo e d’indipendenza “Control”, uscito nel 1986. Per la nuova Era discografica Janet voleva assolutamente creare un disco dalle produzioni innovative, e con testi socialmente impegnati mescolati a canzoni più leggere che parlavano di rapporti umani.

Il risultato fu grandioso, e proprio questo disco per molti portò Janet da uno status di semplice pop star, a stato leggendario di Icona della Musica Pop, come prima di lei avevano fatto Michael.

Ogni singolo brano di questo album poteva essere estratto come singolo, non vi erano fillers o canzoni “non studiate”, tutte avevano un senso, ed insieme avevano un nesso ben preciso, e raccontavano storie del mondo, di emancipazione e di vita.

Pensate che il disco rilasciato nel 1989 riuscì a partorire ben sette top5 hits nella Billboard Chart Americana, e fu l’unico disco ad ottenere delle numero 1 in tre anni diversi (1989, 90, 91).

“Miss You Much” il primo singolo estratto arrivò alla numero 1 della chart americana nel 1989, “Rhythm Nation” la title track alla numero 2 sempre nello stesso anno. “Escapade” fu scelto come terzo estratto ed arrivo ancora alla 1 nel 1990, “Alright” alla quattro sempre nello stesso anno, come pure “Come Back To Me” sempre alla numero 2 e “Black Cat” con il suo taglio rock alla numero 1 del 1990. Successivamente l’ultimo singolo estratto per il 1991 si piazzo direttamente alla numero 1, si trattava della splendida “Love Will Never Do (Without You)” che era stato pianificato come duetto con Prince, ma che non riuscì a concretizzarsi.

Il lavoro per questi risultati fu definito il più rappresentativo e forte del 1990. La title track “Rhythm Nation” voleva essere un vero e proprio inno di una generazione, e Janet riuscì in questo intento. Pensate che il numero “1814” aggiunto al titolo del disco, era la data di incisione dell’inno americano “The Star-Spangled Banner” che riprendeva le parole del poema “The Defence of Fort McHenry” scritto nel 1814 da Francis Scott Key.

“The Knowledge” sempre contenuto nel disco ma mai pubblicato come singolo, cantava un messaggio contro l’ignoranza, il razzismo, il bigottismo e la povertà, e sottolineava l’importanza dell’educazione per le nuove generazioni ed i giovani.

Tutti questi messaggi ne hanno fatto un disco davvero leggendario, ma non solo a livello di lyrics, anche a livello di produzione. Le sonorità di Jimmy Jam e Terry Lewis divennero le sonorità di Janet Jackson, ritmi funky, futuristi, che mescolavano alla perfezione storia ed futuro della musica Pop ed R&B.

La videografia non è stata da meno, tutti i video rilasciati durante questa Era sono stati fonte di ispirazione per artisti delle nuova generazione, da Usher passando per Britney Spears, e molti degli artisti contemporanei della scena R&B.

Vogliamo portarvi in viaggio con 5 video d’eccellenza che celebrano la grandezza di questo progetto senza età:

Miss You Much – 1989

Rhythm Nation – 1989

Escapade – 1990

Come Back To Me – 1990

Love Will Never Do Without You – 1991

Janet è assente dalle scene musicali dal 2008 quando pubblicò il suo ultimo lavoro “Discipline”. In molti sostengono che stia lavorando ad un nuovo progetto, ancora senza una release date ufficiale.

Cosa ne dite di questo viaggio in uno degli album più rappresentativi degli anni 90?

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!