Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Luke James (opening act di Beyoncé) – Intervista Esclusiva per RNBJUNK.com

0 137

Il 18 maggio scorso abbiamo potuto assistere alla tappa italiana del Mrs. Carter Tour di Beyoncé, uno dei tour più importanti di questo 2013 in musica. La cantante texana ha voluto come artista per l’apertura dei suoi concerti un ragazzo molto talentuoso che si affaccia con grandi qualità nel mondo della musica che conta. Questo ragazzo si chiama Luke James, e grazie alla sua voce incredibile ed alla sua magnifica presenza scenica è riuscito a fare innamorare il pubblico di Milano e di altre città Europee.

LukeJamesIntervista

Luke, sebbene un novellino nell’industria, è già un artista a tutto tondo, ha già fatto da autore per artisti di grande spicco, e quest’anno uscirà il suo album di debutto “Made To Love”. Tecnica, controllo, potenza ed un falsetto incredibile, queste le caratteristiche vocali di questo cantante che ci ha veramente conquistati.

Ecco l’intervista che abbiamo girato nel backstage del Tour di Beyoncé:

Luke James – Luke James Intervista Rnbjunk on MUZU.TV.

RNBJUNK: E’ un vero piacere averti qui, benvenuto a Milano e benvenuto su Rnbjunk.com, abbiamo giusto pochi minuti per parlare con te, perciò vogliamo sapere qualcosa in più su di te! Prima di tutto dobbiamo ringraziare Beyoncé per averti portato qua, per averci dato la possibilità di vederti dal vivo…

LUKE: Si, si, grazie mille a Beyoncé… la ringrazio tantissimo!

RNBJUNK: Questo è il tuo primo tour in Europa, vero?

LUKE: Si, il 1° tour in Europa, il primo Grande Tour, è il tour più grande a cui io abbia mai preso parte, specialmente come Opening Act … si.

RNBJUNK: E com’è aprire davanti a un pubblico così numeroso? Nel senso, qui è grande,e da qualche altra parte sarà ancora più grande…

LUKE: E’… è incredibile!

RNBJUNK: Mi mancherebbe il fiato!

LUKE: Si si ci sono dei momenti… sai, ti esibisci davanti ad un pubblico di tali dimensioni ed è meraviglioso, una sensazione meravigliosa. Ci sono momenti tipo “No, non lo voglio fare” sei un po’… tipo che senti le farfalle nello stomaco, sai… ma alla fine vado la fuori, sto dominando la mia paura!

RNBJUNK: Quindi alla fine ti stai esibendo in questo tour in tutto il mondo, e sei anche stato nominato per un Grammy … Tutto questo successo ancor prima di pubblicare il tuo primo album! Te lo aspettavi? Come ci si sente?

LUKE: Sai, è stato tremendo… è una cosa meravigliosa, inimmaginabile … soddisfazione credo! E’ qualcosa che non pensavo proprio sarebbe accaduto. Le cose stanno semplicemente accadendo sai in maniera credo… Divina… è Divino il modo in cui stanno accadendo, quindi si, ricevere quel riconoscimento prima che l’album sia fuori ed essere in un tour di primo livello, è qualcosa che veramente mi fa sentire umile, sono semplicemente grato per la stupenda esperienza e sto facendo solo un passo alla volta. E’ una cosa bellissima.

RNBJUNK: Ed è già da molto che sei in tour ora?

LUKE: Oh, no…

RNBJUNK: Quanti show hai fatto? Più o meno…

LUKE: Mhhh, quanti show? Mah, forse 10 o qualcosa in più… mi sono inserito nella tourné a Parigi, poi sai abbiamo fatto show tipo 2 giorni a Parigi, 2 giorni a Dublino, 2 giorni a Manchester, 6 giorni a Londra. Quindi… è stato bellissimo.

RNBJUNK: Dunque immagino che durante le tue performance tu stia mostrando qualcosa di più di “I.O.U.” per quanto riguarda il nuovo album… è sulla stessa scia di quanto ci hai fatto sentire con la tua prima canzone e con questo singolo? O c’è qualcosa in più?

LUKE: Si, tutto quel che sentirete è sull’album… ma è solo per dare un idea, perché credo che l’album darà una certa unità a tutto, farà in modo che tutto abbia un senso. Nella totalità, tutto insieme. E’ un po’ come se queste canzoni stessero solo attirando le persone verso questa nuova release a cui stiamo lavorando, ma in quest’album… l’album ha un sacco di colori differenti, sai tipo jazz, R&B, Hip-hop molto soulful, ma con un po’ di spigoli, tipo con un po’ di rock dentro … sai, musica! E molto intenso, emozionante.

RNBJUNK: C’è già una data di uscita per l’album?

LUKE: Per ora la data di uscita è il 12 Settembre.

RNBJUNK: Sarà anche per l’Europa?

LUKE: Non ne sono sicuro … Beh, me lo auguro! E’ per quello che sono qui poi…

RNBJUNK: Già, tutto questo tempo in tour…

LUKE: Eh si, ha senso farlo uscire [contemporaneamente] anche qui in Europa!

RNBJUNK: Ci sono già delle collaborazioni in questo album, che ci puoi svelare?

LUKE: Se ci fossero non ve lo direi… ma l’unica collaborazione che ho nell’album è il singolo che non è ancora uscito per ora, un altro singolo che si intitola “Oh God” featuring Hit-boi. Quindi sarà qualcosa di speciale.

RNBJUNK: Tu hai collaborato anche come autore, la tua principale occupazione è stata scrivere canzoni, con Britney, Keri Hilson, Tank, Justin Bieber … ora sei in tour con Beyoncé: stai lavorando a qualcosa anche per il suo prossimo progetto?

LUKE: No, non sto lavorando con lei. Sai, un sacco di gente me l’ha chiesto, se avevamo intenzione di fare un duetto insieme… Io faccio un passo alla volta, se viene fuori che vuole collaborare, allora bellissimo che accada! Però per adesso quel che ho intenzione di fare in questo momento è fare l’opening act nel suo world tour, quindi… Però, sai, quel che succederà…

RNBJUNK: Diciamo che se succederà, perché no! E per chi altro ti andrebbe di scrivere o collaborare in futuro?

LUKE: Mhh… quel che è successo quando ho deciso di cominciare seriamente, è che da allora mi sono concentrato soprattutto sul fare ciò che è necessario per fa uscire “Luke James”, e poi nel processo creativo, nella creazione di questo album, la prima parte, cercando che alcune cose fossero ok prima di tutto per me stesso.

RNBJUNK: Quindi ti stai concentrando solo sul tuo progetto solista… Crediamo che essere un artista R&B al giorno d’oggi sia più difficile di prima. Cosa ne pensi tu della situazione nell’industria musicale, oggi?

LUKE: Dunque, quel che penso dell’industria musicale in questo momento, per quel che riguarda l’R&B? Penso che stia arrivando, e che sia in divenire. Con una rosa di album che sono già usciti, voglio dire, Emeli Sandé, Miguel, Frank Ocean, …, Stacey Barth, gente come loro… Sempre più personaggi che vengono fuori e danno delle sfumature alla musica che non sono quelle dell’R&B tipico, ma è musica! E’ qualcosa che la gente riesce a sentire e che da un idea di variazione, invece delle solite vecchie cose che si sono già sentite, sai cosa voglio dire… Bene, io sono positivo su tutto quanto, sento che stiamo dando una chance, e penso che si stia creando di più, e che si stiano allargando le porte per molti altri artisti. Ecco perché ci sono così tanti, così tanti artisti la fuori. E abbiamo chiamato tutto questo il “Nouveau Noir”, con la sensazione che è perché sta proprio accadendo qualcosa di nuovo … Anche se poi non è nuovo, è qualcosa che era già in movimento e non stiamo facendo nulla che non sia già stato fatto! Però è come se in questa … (epoca?) la gente volesse qualcosa che può sentire dentro, e credo che il Rhythm & Blues sia proprio quella cosa!

RNBJUNK: Ci chiedevamo se tu fossi in competizione…

LUKE: Con qualcun altro?

RNBJUNK: Si, altri giovani artisti R&B… competizione positiva, s’intende.

LUKE: No, no, non c’è nessuna competizione con nessuno. Io sono dell’idea che la mia espressione è la mia espressione: questo universo è enorme, ci sono stanze per ciascuno di noi per esprimere quali sono i propri sentimenti, i propri punti di vista, pensieri e quant’altro, ed il proprio stile musicale. Non c’è mai alcuna competizione: io faccio quel che faccio, sono Luke James e sto provando ad essere il miglior Luke James che io abbia mai avuto in testa, e questa è la mia idea. E mi aspetto da tutti gli altri che siano loro stessi, quindi non c’è competizione. Non ce n’è bisogno!

RNBJUNK: Le tue capacità vocali sono eccezionali. Da dove hai preso ispirazione per la tua musica?

LUKE: Credo che la mia ispirazione sia venuta dal fatto che sono cresciuto ascoltando un sacco di musica old school… sai, roba Old School ma cose tipo Prince, Maxwell, D’Angelo, BoyzIIMen… Credo che quando ero solo un bambino sia stato circondato dalla musica, è così che sono cresciuto con mio fratello e sorella. E ho passato un sacco di tempo ad ascoltare Michael Jackson, Stevie Wonder, Marvin Gaye, e soprattutto quando è arrivato Youtube passai un sacco di tempo su Youtube, sai… Anche solo a ricercare e guardare differenti … di tutti i tipi, tutte le vecchie performance come quelle di … e Sam Cooke, il modo in cui interagivano con il pubblico, come si esibivano e come cantavano. Quindi ho preso molto di tutto questo da vari tipi di musica, non direi da un genere in particolare. Devo tutto a mia madre, in passato lei mi ha fatto sentire un sacco di cose!

Ringraziamo di cuore Universal Music Italia per la grande opportunità e la solida e seria collaborazione, e naturalmente Luke James per il tempo che ci ha dedicato.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.