Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Mediatraffic: cambiamenti DISASTROSI nella gestione delle chart album in arrivo!

0 20

mzl.eiqhpdns

Ormai, tutte le notizie di cambiamenti nella gestione delle classifiche ci fanno pensare che il mercato musicale così come lo conosciamo è destinato a morire molto presto. Non bastava la chiusura di Chart News, celebre account twitter che costituiva ormai una delle pochissime fonti imparziali circa le vendite reali dei vari album: adesso anche Mediatraffic inizia a smantellare questo tipo di servizio, programmando un drastico cambiamento che ridurrà moltissimo la quantità di informazioni reperibili sull’effettivo successo di un disco.

Mentre per i singoli non cambierà nulla, e le classifiche settimanali di Mediatraffic resteranno le stesse che conosciamo già, per quanto riguarda gli album a partire dalla prossima settimana il portale non stilerà più le top 40, ma semplici ed infime top 10. Stando a quanto comunicato, la decisione è stata presa per via delle grandi difficoltà nel monitorare un mercato in cui ormai si vende pochissimo, ed in cui fra due posizioni contigue spesso ci sono giusto una manciata di copie di differenza.

Per sopperire a ciò e dare un contentino agli appassionati di classifiche, il sito assicura che darà una quantità maggiore di informazioni su ciascuno degli album presenti in queste fantomatiche top 10, comunicando con maggior precisione quali sono gli effettivi risultati dei vari dischi. Il portale mostra già da ora un esempio di quello che definisce “our new outfit”, e potete osservarlo QUI.

Se questa decisione sia stata presa davvero per difficoltà tecniche o se è stata imposta dall’alto per nascondere i flop di tanti progetti che si vorrebbe far passare per successi non è dato saperlo, ma a questo punto una cosa è certa: i media possono iniziare ad inventare davvero le cifre ed i successi che vogliono, noi dobbiamo semplicemente scegliere se abboccare sempre o smettere proprio di considerare l’aspetto delle vendite. Personalmente opterei per questa seconda opzione, e consiglierei a tutti di limitarsi ad ascoltare ed acquistare la musica che ci piace, smettendola di attaccarsi alla copia in più o in meno che Tizio vende rispetto a Caio.

Voi che ne pensate di queste vicende?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.