Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Pharrell Williams: il nuovo re della produzione?

Il 2013 è stato l’anno di Pharrell Williams. Dopo aver create un’enorme hit per Robin Thicke, il produttore ha lavorato con vari artisti, da Beyoncé, a Jennifer Hudson, a T.I., Chris Brown, John Legend, Nelly, Jay-Z e molti altri, giungendo a far parlare di sé come il nuovo re in campo di produzioni. Analizziamo il suo lavoro, a partire dall’ultima canzone uscita, cioè “Can’t Rely on You” di Paloma Faith.
 La canzone appena uscita ha ricevuto critiche perché ricorda chiaramente “Blurred Lines” uscita nel 2013, che a sua volta è fortemente ispirata da “Got to Give It Up” di Gaye (cliccate QUI), oltre a rimandare a “Blanco”, di Pitbull e Pharrell stesso (cliccate QUI), e “BBC” di Jay-Z.

Passiamo ora proprio a “Blurred Lines”, che oltre alla già dichiarata inspirazione presa da Martin Gaye, riprende sound largamente utilizzati da Pharrell in precedenza in canzoni come con “Candy Shop”  o “Give it 2 Me” (e “She’s not Me”?).

“Get Like Me” di Nelly riporta invece a “Drop it Like is Hot” e “ATM JAM” di Azealia, somiglianze grandissime nella batteria. Stessa cosa anche tra “I Cant’ Describe” di Jennifer Hudson, “Blurred Lines”, e le canzoni già presentate inizialmente.

Ma l’ultima hit “Happy” si salva, anche se pure essa viene accusata di qualche somiglianza con “Tightrope” di Janelle Monae. Però Pharrell ha regalato anche delle ottime ed eccellenti produzioni, come “Superpower” di Beyoncé, “4X4” della Cyrus, “Love is the Answer” di Aloe Blacc… bastano queste canzoni per nominarlo re in campo di produzione, sopratutto considerata la grande ripetitività nei sound? Voi che ne pensate?

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!