Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Previsioni di vendita bassissime per “Perfect Illusion” di Lady Gaga: non è piaciuta?

0 10

Come molti di voi ben sapranno qualche giorno fa, dopo 3 anni di lunga attesa, Lady Gaga è tornata col suo nuovo singolo “Perfect Illusion“. Dopo i risultati inferiori alle aspettative dell’album “Artpop” e dei singoli dallo stesso, sopratutto se paragonati al grosso successo della “Born This Way” era, e la parentesi jazz con il joint-album “Cheek To Cheek” in collaborazione con la leggenda Tony Bennett, i riflettori dei media erano puntati sull’interprete di “Bad Romance”.

| LEGGI ANCHE: “IL PUBBLICO ITALIANO REAGISCE A PERFECT ILLUSION DI LADY GAGA” |

In moltissimi erano curiosi di sentire questo nuovo brano che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto restituire a Gaga il successo dei suoi primi album. In molti davano per scontato il successo del singolo considerando l’enorme hype scatenato da un nome come quello di Gaga che, pur ridimensionatosi nel corso del tempo, resta uno dei più influenti nel panorama musicale odierno, e i produttori di prim’ordine (in primis Mark Ronson).

perfect-illusion-flop
Le previsioni di vendita della prima settimana, però, non sembrano altrettanto ottime: Kworb parla di un debutto negli USA di sole 91k copie, numeri bassissimi per Lady Gaga. Il confronto con le maggiori hit della cantante è a dir poco impietoso (ad esempio Born This Way debuttò con 448k copie, ovvero circa 5 volte quanto fatto da Perfect Illusion, con soli 3 giorni di vendita). Addirittura i singoli promozionali della “Born This Way” era fecero meglio (The Edge Of Glory ed Hair, rilasciati come singoli promozionali, vendettero nella loro first week rispettivamente 290k copie e 140k copie). Anche il debutto della stessa “Applause”, che fu comunque sotto-tono, fu di 218k copie.

Anche nelle piattaforme di streaming la canzone non sembra brillare (attualmente si trova solo alla #26 della classifica USA di Spotify). Per quanto riguarda il resto mondo, la situazione è la medesima, con il pezzo in discesa praticamente ovunque (addirittura in UK è ai margini della top 10). Numeri decisamente allarmanti, soprattutto in vista della nuova era discografica, che non sembra partire col piede giusto. Bisogna però affermare che il debutto non è tutto e il successo di una canzone dipende principalmente dalla costanza: d’altronde la stessa Applause, nonostante un iniziale debutto sotto alle aspettative, aveva avuto risultati positivi a lungo andare (ma ciò non ha aiutato molto).

Bisogna anche considerare come il pubblico abbia dimostrato in diverse occasioni di non apprezzare molto i cambiamenti troppo repentini di immagine e di sonorità, e questo potrebbe giocare a sfavore di Gaga. La nostra preoccupazione, comunque, riguarda soprattutto l’album, che come in altri casi potrebbe essere posticipato dopo un singolo di lancio commercialmente non brillante che viene declassato a buzz single (QUI per un’analisi di questa triste abitudine)

Get real time updates directly on you device, subscribe now.