Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

R. Kelly paragona se stesso e Chris Brown a Dio

0

R. Kelly ha alle spalle una carriera fatta di ottime interpretazioni, produzioni e composizioni R&B, ma altrettanto non si può dire dei testi delle sue canzoni, che spesso cadono sul volgare e  pornografico, e la sua vita privata non sembra essere da meno. Anzi, R. Kelly non solo ha sposato una giovane Aaliyah all’età di 16 anni, ma è stato accusato di atti di pedofilia (provati) verso una 13-14enne, venendo poi assolto! Parlando di Chris Brown con ‘The Guardian” però i ricordi sembrano tornare a galla, ed ecco arrivare delle dichiarazioni alquanto sconcertanti.

“Mi dispiace soltanto per le persone deboli. E se c’è una cosa che ho scoperto, è che la gente debole è la prima a diventare ‘hater’. Come mi sento verso chi parla di Chris Brown, R. Kelly o chiunque altro che ha successo? Mi dispiace per loro, non Chris Brown, perché lui è ovviamente un individuo forte, in grado di fare quello che ha fatto…”
AaliyahetRKelly
Il cantante continua: “Lui è rimasto a terra per un po’, ma poi s’è rialzato. Sai, questo mi ricorda Alì. Questo mi ricorda Marthin Luther King! Questo mi ricorda un sacco di grandi che hanno camminato su questa terra! La cosa mi ricorda un po’ anche Gesù. Ma Gesù è la prima ispirazione di qualcuno che cade a terra e si rialza. Spero la gente riesca a vedere la verità.”

R. Kelly ha una grande storia musicale alle spalle, ma la sua vita privata, che non tocca a noi criticare è più che discutibile. Ciò non toglie però che ognuno in questo mondo abbia la sua verità, specialmente in una nazione come quella statunitense (e non solo!), in cui farla creare ai giudici è semplice: basta il denaro. Ma dopo le prigioni private tanto denunciate da Kanye West, così come l’aumento incredibile di arresti di neri dopo la loro creazione, non ci stupisce più niente. Voi che ne pensate?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.