Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Rivoluzione nella Billboard Album Chart, conterà anche gli Stream

0 174

L’industria musicale ha subito diverse rivoluzioni negli ultimi anni, la prima sicuramente è stata quella della musica in formato digitale, che ha completamente cambiato le abitudini degli ascoltatori ed ha reso accessibile la musica sia legalmente che illegalmente tramite il web.

Billboard

Dopo questa prima rivoluzione ne è seguita un’altra, quella dello stream musicale, che con servizi in abbonamento permette a tutti di poter ascoltare la propria musica preferita. Questi servizi: Spotify, Beats Music, Rdio, Rhapsody, Google Play, hanno preso piede da subito, e sono diventati in poco tempo una valida alternativa all’acquisto degli album.

Arriva dal New York Times la notizia che Billboard, gigante delle classifiche americane, sta per cambiare definitivamente le regole, e tra qualche settimana non conterà solamente le vendite dei dischi nella sua classifica album, ma terrà conto anche degli stream legali per stilare l’ordine della classifica

“Billboard e Nielsen SoundScan, l’agenzia che raccoglie i dati, cominceranno ad aggiungere gli streams ed i download dei brani alla formula della Billboard 200 album, che dal 1956 è la classifica musicale ufficiale d’America, nonché la più influente al mondo. Sarà il più grande cambiamento dal 1991, quando Billboard cominciò ad usare i dati di Soundscan, un cambiamento rivoluzionario in un settore della musica che a lungo aveva basato le classifiche sui dati pervenuti dagli Stores.

La nuova classifica che raccoglierà vendite e streams da lunedì al 30 novembre sarà rilasciata sul sito di Billboard il 4 dicembre, e pubblicata su carta il 13 dicembre. Silvio Pietroluongo, direttore delle classifiche di Billboard, sostiene che la nuova classifica darà una panoramica totale degli streams abbinati alle vendite, e rifletterà più accuratamente le abitudini dei fruitori di musica dei giorni nostri.

Un risultato che ci si può aspettare è che album di grandi popstar, che solitamente debuttano con cifre alte per poi crollare, dovrebbero mantenersi più alti nella nuova classifica. Un esempio, “My Everything” di Ariana Grande aveva aperto alla 1 a settembre, e si trovava alla 36 la scorsa settimana nella chart con 10 mila copie vendute. Con questa nuova formula che tiene conto degli streams il disco sarebbe ancora in top10 alla numero 9.

Soundscan e Billboard conteranno 1500 stream di canzone da questi servizi come l’equivalente di un disco venduto. Per la prima volta verranno considerati dei brani acquistati come degli album, con un criterio di 10 download di una singola traccia.”

I tempi stanno veramente cambiando, ed onestamente la notizia mi ha lasciato davvero sbalordito. Personalmente ho sempre timore di queste rivoluzioni nelle chart, ma senza dubbio è giusto che anche lo streaming venga in un qualche modo considerato, visto che sono rimasti veramente in pochi i fruitori di musica che realmente acquistano ancora in digitale o fisico.

Staremo a vedere se questa nuova revolution porterà a delle charts più interessanti e variegate…

Voi cosa ne dite di questo cambiamento epocale?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.