Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

R. Kelly, parla un manager e svela nuovi dettagli raccapriccianti

Un polverone incredibile attorno alla vicenda R. Kelly, questa volta parla l'ex tour manager, che parla di una vita sessuale fuori controllo.

R. Kelly é finito definitivamente nel fango, ora arrivano anche rivelazioni dell’Ex Tour Manager.

R Kelly Abusi Sessuali

Un grandioso artista, questo non glielo possiamo togliere, ma con una vita personale e sessuale assolutamente fuori dal comune, e per molti versi fuori controllo.

Il ritratto di R. Kelly che emerge in queste settimane é davvero desolante. Un quadro di un uomo di potere che usava questo suo potere per circuire vittime, donne, di ogni età, ma non solo anche uomini.

Questo emerge da una nuova intervista del tour manager di allora, che parla di una vita sessuale completamente sregolata, e di tantissime

persone disposte anche volontariamente ad andare a letto con Kellz solo per ottenere una “posizione” nell’industria musicale.

“una volta sono entrato nella sua camera d’Hotel e lui era nudo, mi ha messo le sue natiche in faccia e mi ha chiesto se io “volessi un po di quello”.

Il manager in parte prende le difese di R.Kelly, sostenendo che le vittime erano consenzienti, pure le ragazzine giovani, al di sotto dei 18 anni, aspettavano nelle loro camere d’albergo e si sarebbero messe a disposizione di Kellz.

Secondo il manager la vita sessuale di Kelly era semplicemente fuori controllo, non faceva distinzione tra uomini o donne, o minorenni, lui poteva manipolare tutti.

Inoltre il documentario di Lifetime, #SurvivingRKelly, ha fatto registrare dei numeri di audience da capogiro, quasi 18 milioni di persone hanno seguito questo reportage creato con le interviste delle svariate vittime di Kelly.

Inoltre il documentario é stato anche il più discusso sui social di tutti i tempi, con 1.4 milioni di interazioni sui social da Facebook ad Instagram.

Ci chiediamo perché tutto questo é venuto alla luce solamente ora, quando i fatti più scottanti sono avvenuti molti anni fa.

Ci chiediamo se questo mettere in “show” televisivo storie di abusi sessuali non sia da un lato controproducente, e forse di dubbio gusto, visto che queste reti televisive traggono largo profitto da fatti che se avvenuti e certificati, sono stati per le vittime momenti davvero orrendi.

Negli Stati Uniti dei contrasti, a questo tipo di informazione, ci siamo abituati, ricordiamo lo scandalo Superbowl che coinvolse Janet Jackson, ricordiamo bene la smania di conoscere la vita sregolata di Whitney Houston e Bobby Brown, ricordiamo lo scandalo che rese la vita infernale a Michael Jackson.

Non stiamo difendendo Kelly da quello che anche secondo noi ha fatto, circuendo vittime utilizzando il suo “potere” nel musicbiz, ma siamo abbastanza allibiti dal fatto che se ne crei un documentario studiato a tavolino, per fare audiece e profitti.

Voi cosa ne pensate di questa torbida vicenda? Non pensate che questo tipo di cose vadano solamente affrontate dai tribunali, anzicché crearne un dibattito televisivo?

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!