Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Sia dona alla comunità LGBT il compenso per il duetto con “l’omofobo” Eminem

0 341

Uno dei duetti più interessanti del nuovo album di Eminem è sicuramente “Beautiful Pain”. La canzone vede il feauturing di Sia, una cantante che in pochi anni è passata dall’essere un’artista di nicchia ad essere conoscitua da tutti (per le canzoni, non per il suo personaggio pubblico). L’australiana, bisessuale dichiarata, è stata attaccata da un giornalista dell’HuffingtonPost.com che le rimprovera la scelta di aver duettato con l’omofobo Eminem e inoltre rimarca il fatto che “Beautiful Pain” si trovi nello stesso album di “Rap God”, canzone in cui Eminem rappa:

“Sto ancora aspettando di essere abile a rompere un fottuto tavolo
Oltre il cu*o di una coppia di fr**i e spaccarlo a metà”

“Voi fr**i pensate che è tutto un gioco finchè cammino su un branco di fr**i”

“Sei così gay che posso a fatica dirlo con la faccia da eterosessuale”

Eminem aveva già risposto a questa controversia con un’intervista a Rolling Stone in cui dichiarava: “Non so più come dire questa cosa senza che sembri esattamente la stessa cosa che ho già detto un milione di volte, ma quella parola (fagg*t  n.d.r.), o quelle parole…quando le dici in una rap battle non equivalgono a dire omosessuale, è un po’ la stessa cosa che succede quando chiami qualcuno bitch, o punk, o asshole”.

SIA

Tornando a Sia, tra lei e il giornalista è nata un’interessante discussione su Twitter, la cantante ha risposto alle domande poste e nelle sue parole possiamo notare una certa preoccupazione per il messaggio che possa lasciare “Rap God”:

“So personalmente che lui (Eminem n.d.r.) non è omofobo, ma è un artista da performance”,
Non lavorerò mai con qualcuno che ritengo omofobo. “

“Mi rendo conto che egli possa essere male interpretato, nel modo peggiore dagli ignoranti , e ciò mi spaventa, ma lo rispetto come artista e come persona”.

Lui ha un personaggio chiamato Slim Shady, che rappresenta la bile peggiore e più oscura dell’America. Mi rendo conto di quanto il suo messaggio possa risultare poco chiaro.”
“Sto provando paura riguardo alle ripercussioni che accadessero se lui non spiegasse la sua arte.” Io lavoro con il Center and homeless LGBT kids, e quando ho sentito ‘Rap
God‘ Ero molto preoccupata per il ritorno di Slim Shady e sono preoccupata perche i giovani potrebbero non capirlo, Ma che cosa posso fare io?Mi sento senza potere. Penso che Slim Shady andrebbe messo da parte. Ma ormai quello che è fatto è fatto.

“Ho come unica speranza che “Beautiful pain” possa andare meglio di “Rap God” “.

A dimostrazione di queste sue opinioni, Sia Furler ha deciso di donare il compenso ottenuto per “Beautiful Pain” al centro per gay e lesbiche di Los Angeles.

Cosa ne pensate dell’atteggiamento e delle parole di Sia?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.