Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Taylor Swift spiega perché si è schierata contro la Apple Music

0 1.718

Qualche tempo fa abbiamo trattato in un articolo le innovazioni che la Apple Music è decisa ad apportare nel panorama musicale. Noi di R&B Junk (ma anche voi lettori) ci siamo schierati a favore di questo progetto, ma non tutti sembrano esserne a favore.

Come prevedibile, la prima ad essersi dichiarata pubblicamente contraria al progetto della apple è la più grande nemica dello streaming Taylor Swift. La star ha eliminato già da qualche mese la sua discografia da Spotify e dai canali You Tube non ufficiali, ed ora ha da ridire anche su questo nuovo sistema.

L’artista, in particolare, non apprezza la possibilità dei tre mesi gratuiti offerti dalla Apple, e per questa ragione ha deciso di non far apparire i propri prodotti sul servizio.6a014e87574ac9970d01b7c7024181970b

Ecco quali sono state le parole della bella cantante di “Shake It Off”:

Non penso voi sappiate che per i primi tre mesi la Apple non pagherà cantanti, autori e produttori delle varie canzoni. Penso che ciò sia scioccante e deludente da parte di una società da sempre generosa come la Apple. Questo per me non sarebbe un problema: sono al mio quinto album ed ormai posseggo le risorse economiche che servono per sostenere me ed i miei collaboratori. Questo sarà un problema per i nuovi artisti, i quali magari otterranno successo col loro debut single ma non ne trarranno alcun beneficio economico, non potendo così lanciare le loro carriere. Sarà un problema per gli autori che magari arriveranno alla loro prima composizione di successo dopo molta fatica e non ne trarranno nemmeno il sostentamento necessario per pagare eventuali debiti. Sarà un problema per i produttori che lavoreranno sodo per innovare il mercato musicale, così come i pionieri della Apple fecero agli inizi nel loro campo, ma che per 1/4 d’anno non ne ricaveranno i meritati profitti

Effettivamente, da questo punto di vista non possiamo non essere d’accordo con Tay. Voi che ne pensate?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.