9 mesi e nessun artista americano in vetta in classifica! Ecco i responsabili

0 50

landscape-1456402021-music-adele-rihanna-justin-bieber-at-the-brits

Capita spesso di parlare della cultura statunitense utilizzando l’appellativo “protezionista”. Solitamente, questo popolo tende ad esaltare la grandezza della Nazione in ogni ambito, e si offende incredibilmente se qualcuno osa sminuirlo (basti pensare al polverone scatenato da American Life di Madonna, per esempio).

Ciononostante, in ambito prettamente musicale le cose ultimamente sembrano cambiate, almeno per quanto riguarda gli artisti che dominano la Billboard Hot 100, principale classifica singoli americana. Infatti, da quasi un anno a questa parte, nessuno statunitense riesce ad arrivare alla 1 della classifica: fra OMI, Bieber, The Weeknd, Adele, Zayn e Rihanna, ormai siamo a quota 40 settimane di fila di dominio di artisti non statunitensi nella classifica più rappresentativa del mercato americano.

Creatasi per motivi a nostro avviso prettamente casuali, questa è una situazione che proprio non ha precedenti nella storia della musica. Certo, artisti come Adele e (soprattutto) Rihanna hanno giá dominato più e più volte questa classifica in passato, ma in precedenza rappresentavano casi isolati, ed una volta che le loro hit calavano a sostituirle ci pensavano artisti statunitensi. Abbiamo avuto anche casi di dominio da parte di altri non statunitensi come Iggy Azalea, si, ma una situazione del genere costituisce un vero e proprio record ed un evento difficilmente ripetibile. 

Vedremo se con il calare di “Work” di Rihanna (barbadiana) e Drake (canadese) la no.1 sará occupata da un artista americano (la più quotata è Meghan Trainor con “NO”) o da altri artisti stranieri (i più quotati sono i danesi Lukas Graham con la bellissima “7 Years”. Che ne pensate di questa situazione?

^771467D2CCB2F4F03A602FE75BA041C816979A51E439288A02^pimgpsh_fullsize_distr

Commenti
Caricamento...