9 mesi e nessun artista americano in vetta in classifica! Ecco i responsabili

10 50

landscape-1456402021-music-adele-rihanna-justin-bieber-at-the-brits

Capita spesso di parlare della cultura statunitense utilizzando l’appellativo “protezionista”. Solitamente, questo popolo tende ad esaltare la grandezza della Nazione in ogni ambito, e si offende incredibilmente se qualcuno osa sminuirlo (basti pensare al polverone scatenato da American Life di Madonna, per esempio).

Ciononostante, in ambito prettamente musicale le cose ultimamente sembrano cambiate, almeno per quanto riguarda gli artisti che dominano la Billboard Hot 100, principale classifica singoli americana. Infatti, da quasi un anno a questa parte, nessuno statunitense riesce ad arrivare alla 1 della classifica: fra OMI, Bieber, The Weeknd, Adele, Zayn e Rihanna, ormai siamo a quota 40 settimane di fila di dominio di artisti non statunitensi nella classifica più rappresentativa del mercato americano.

Creatasi per motivi a nostro avviso prettamente casuali, questa è una situazione che proprio non ha precedenti nella storia della musica. Certo, artisti come Adele e (soprattutto) Rihanna hanno giá dominato più e più volte questa classifica in passato, ma in precedenza rappresentavano casi isolati, ed una volta che le loro hit calavano a sostituirle ci pensavano artisti statunitensi. Abbiamo avuto anche casi di dominio da parte di altri non statunitensi come Iggy Azalea, si, ma una situazione del genere costituisce un vero e proprio record ed un evento difficilmente ripetibile. 

Vedremo se con il calare di “Work” di Rihanna (barbadiana) e Drake (canadese) la no.1 sará occupata da un artista americano (la più quotata è Meghan Trainor con “NO”) o da altri artisti stranieri (i più quotati sono i danesi Lukas Graham con la bellissima “7 Years”. Che ne pensate di questa situazione?

^771467D2CCB2F4F03A602FE75BA041C816979A51E439288A02^pimgpsh_fullsize_distr

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!

10 Commenti
  1. Fighter dice

    È bello che anche artisti non americani abbiano l possibilità di dominare perché no? Spero che in caso scenda work domini NØ

  2. bionic_littllemonster dice

    American Life ❤ la mia canzone in assoluto preferita…speriamo solo che Donald Trump non spari qualche sua battuta xenofoba per questo fatto

  3. F.Music dice

    Vabbe ma alla fine Canada e Inghilterra sono paesi anglofoni e filo americani

  4. Max dice

    Spero che con i ritorni di Lady Gaga e Beyoncè le cose cambino, anche perchè è tanto che entrambe non hanno una numero uno nella Billboard Hot 100 e speriamo Beyoncè cominci a rilasciare le canzoni su iTunes, Vevo e alle radio in modo da poter comparire nella classifica, invece di continuare con quella mafia di TIDAL!!

  5. Diano Francesconì dice

    Comunque molti di questi artisti sono americani no? Cioè vivono negli USA (tipo Rihanna e JB) anche se sono di un’altra nazionalità. Adele invece è inglese e vive negli Uk per esempio

  6. Slayanna dice

    cosa

  7. Carlo13 dice

    Speriamo rifanno scenda ci sono altre canzoni che meritano più di work di stare al primo posto

  8. Garlex16 dice

    Per me meriterebbe 7 years e forse poi NO

  9. GagaQueen dice

    Work è da settimana fuori dalla top 10 di itunes ed è ancora 1 da 8 settimane. finchè verranno contati gli streaming Rihanna rimarrà in vetta anche per i prossimi mesi xD

  10. MicheleT dice

    Vedere work che è da 7 settimane alla numero 1, mah… Comunque speriamo per meghan!

Lascia Risposta

La tua email non verrà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.