Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Y’akoto – Intervista Esclusiva per RNBJUNK.com

0 73

Prima di queste festività pasquali abbiamo avuto l’occasione di parlare con una newbie molto interessante!

Si chiama Y’akoto, ed alle nostre latitudini si sta facendo conoscere con il suo brano “Without You, che si è già rivelato un successo in Francia, ed in Germania, paese dove l’artista di origini ghanesi è cresciuta.

Una giovane ragazza molto simpatica con la quale il nostro amico SMO ha avuto l’occasione di parlare, in particolar modo di musica, del suo debut album, e dei suoi artisti preferiti, in un’atmosfera molto distesa e rilassante.

yakotointervista

Ecco qua la trascrizione della nostra intervista:

Benvenuta a Milano, e benvenuta su Rnbjunk ovviamente!

Ciao!

Si sta bene, c’è una bell’atmosfera qui e mi fa molto piacere! Cominciamo subito dal presente: noi ti stiamo conoscendo attraverso “Without You” naturalmente, che è stata una grande hit in Germania ed in Francia lo scorso anno ed ora in Italia… E la prima domanda che mi viene è: essendo tu una musicista fin da quando eri molto giovane, come ti senti ad aver ottenuto questi risultati ora? Ti senti di aver ottenuto quello che volevi?

Mhh, sembra buffo… ma non ho mai veramente pensato a ciò che volevo. Quando faccio musica io faccio solo musica. Certo, come ogni creativo fai qualcosa che esce direttamente da te, e quindi cerchi solo di essere fedele alle tue emozioni e alle tue cose, ed ecco perché ho scelto questo lavoro, perché mi dava così tanta libertà di essere tutto quel che volevo essere. E sono molto felice del successo ottenuto, del fatto che venga ascoltata e la gente la voglia sentire. E’ bello! I posso fare tutto quello che voglio, ma se la gente non vole sentirlo, beh non è la stessa cosa. Quindi sono contenta del risultato!

E’ giusto! So che anche l’album sta avendo lo stesso percorso! Quindi ora quale sarà il prossimo passo?

Pubblicherò il secondo album quest’anno… quindi il prossimo passo sarà…suonare di più in tour. Suonare in venues più grandi! Mi piacerebbe… per esempio non ho ancora suonato molto in Italia, sai. Sono qui per la settimana del design e per qualche show qui a Milano…

Beh spero ti diverta!

Si, è davvero bella! Adoro la città, mi è sempre piaciuta! E poi voglio andare a suonare il secondo album ovviamente, farò un tour in Germania e Francia. Una delle mie canzoni poi è stata pubblicata negli States… quindi ora voglio solo cercare di esibirmi ed essere una musicista. A tempo pieno 

Chiaramente. E giusto pero conoscerti un po meglio: nella vita invece? Cosa cerchi in questo momento?

Nella vita sono sempre alla ricerca di un bello scherzo! Se tu hai qualcosa in grado di farmi ridere lo apprezzo sempre molto! Sembra buffo perché quando faccio musica sono abbastanza intensa e mi piacciono argomenti seri, mi piace attraversare il cuore e le emozioni della gente e… Ma nel mio privato in realtà sono abbastanza stupidina! Perciò quel che vado cercando è … divertimento! Sto davvero solo cercando divertimento!!!

Figo, veramente! Apprezzo molto questo tipo di sensazione, sai?

Davvero?

Si, si certo! Perché anche io a volte tendo ad essere un po’ serio, ma se qualcuno mi fa ridere… si…

Ti piace! Adoro questa cosa!

Decisamente! Tu ci parli della tua musica e di come la vivi… dei sentimenti che hai nelle tue canzoni: vorrei sapere qual è la cosa più importante – secondo te – nella musica, e nella tua musica nello specifico? Cosa conta di più?

Conta di più il bisogno di avere un dialogo con la gente, con il mio pubblico. Mi piace parlare con la gente che mi sta ascoltando, non voglio semplicemente cantare per loro, sai tipo “la la la – senti che grande voce che ho”! Non mi interessano quelle cose, mi interessa veramente provare a dire qualcosa e a parlare con loro. E tentare di scoprire com’è la gente. Di questo tratta la mia musica: parlo sempre della gente, e parlo di me stessa per relazionarmi con quel che accade là fuori.

Grande! Condivido! Sai, leggendo una tua intervista – ok, era tradotta quindi forse le parole non erano esattamente queste – ma mi sono sentito molto vicino ad una frase che hai detto: “Se conosco gente di altre culture, la ascolto, perché quello è il modo migliore per imparare”. Invece cosa ti aspetti che la gente impari da TE? Dalla tua musica, da te come persona…

Beh, penso più dalla mia musica, perché un sacco di gente che ascolta la mia musica in realtà non mi conosce come persona.

Eh si, certo!

Dunque io sarei molto felice se la gente potesse imparare l’empatia e la comprensione attraverso la mia musica. Per esempio, molte mie canzoni parlano di come rapportarsi con certe emozioni, ho fatto una canzone su un bambino soldato… Non ho mai vissuto l’esperienza della guerra, ma vorrei che tutti avessero una percezione vera di come sia stare in guerra! Non hai per forza bisogno di sperimentare le cose direttamente per poter capire come trattare qualcuno, puoi anche cercare di trovare del tempo per ascoltare e provare a sentirti vicino a quella persona. E penso che sarebbe bello se riuscissi ad insegnare questo, se potessi insegnare alla gente ad essere più attenta… sarebbe proprio bello! Una volta ho giurato, è una cosa molto stupida e banale, ma: sii il tipo di persona che vorresti avere intorno a te! Sii come un tuo amico! Noi abbiamo sempre amici, tutti hanno degli amici, ed è giusto poter trattare se stessi in quel modo, trattati come un amico, come se tu fossi amico di te stesso! Fatti delle critiche – critiche costruttive, non critiche che ti smontano – datti l’amore quando ne hai bisogno, datti dei limiti quando ne hai bisogno. Perché è questo che fondamentalmente fa un buon amico!

E mi piace molto!

I veri amici ti dicono proprio la verità. Perché non c’è solo l’affetto, devi anche cercare di migliorarti!

Molto bello! Ma tornando a parlare di musica: ovviamente tu sei anche una ascoltatrice, non solo una musicista…

Oh si, spendo quasi metà dei miei soldi in musica, è una cosa assurda!!

Immagino!! Beh, cos’è che non ti piace o che credi che non sia giusto nella musica. Ai giorni nostri… C’è qualcosa che ti capita spesso di trovare e che non ti piace? O che magari vedi intorno a te nell’ambiente?

Guarda penso che non ci siano limitazioni per l’arte e per la musica prima di tutto. Non mi piace essere categorica quando si tratta di musica, mi piace essere aperta ed ascoltare ogni tipo di musica. Ma quel che credo che sia ingannevole, che è una cosa che direi che non mi piace, è quando le ragazze e i ragazzi entrano nel mondo della musica troppo presto, tipo a 13 o 14 anni. Penso che stare la fuori ed essere un musicista è qualcosa per cui dovresti prendere del tempo. Penso di avere un problema… che poi non è un problema, nel senso che tutti dovrebbero essere liberi, se hai 13 anni e sei una ragazza che vuole fare musica e senti che è una buona cosa per te, vai avanti e falla… Ma io darei un suggerimento: prenditi il tempo necessario, e fai crescere di più la tua vita, matura per te stessa, e con la tua famiglia e i tuoi amici, prima di andare là fuori! Mi rattrista molto quando poi succedono le cose: a causa del successo credo che ti ritrovi addosso un sacco di pressione, e alcuni dei miei artisti preferiti sono morti a causa della droga, parlo di Kurt Cobain, parlo di Jimi Hendrix, parlo più recentemente di Amy Winehouse… Un sacco di gente piena di talento finisce per mettersi sotto pressione: questo è un aspetto che potrei dire che non mi piace. Non la musica in se, ma un aspetto. Penso che tu debba prenderti il tuo tempo, sparire per un po’ quando hai bisogno di una pausa, poi tornare, e trovarti un ambiente in cui riesci a toglierti di dosso la pressione. E in ogni caso mi piacciono tutti i tipi di musica! Tutti i lunedì io lo chiamo il “music Monday”, vado al negozio di dischi e compro musica nuova, quindi puoi immaginare!

E una volta alla settimana hai il tuo “Lunedì”?? Bellissimo!!!!

Si, “music Monday”! Questo è quello che faccio!

Posso chiederti cos’hai comprato nel tuo ultimo lunedì?

Ho comprato “Matangi” di M.I.A., ho comprato James Blake “Overgrown” che è stata una cosa tipo “non sapevo nemmeno perché non avessi realizzato che era uscito questo album!” E’ così brillante! E poi ho comprato… cos’ho comprato? Il vecchio CD di John Legend “Get Lifted”, che trovo splendido! Ecco erano questi tre: ne compro sempre tre perché devo tenere d’occhio le mie finanze in questo campo!

E poi immagino che con tutto il tempo passato in giro a promuovere le tue cose e così via avrai raramente il tempo di ascoltare altra musica…

No!

No?

No ce l’ho sempre! Ok, lascia che ti dica una cosa molto personale: quando sono in bagno, mi metto gli auricolari! E così mi trucco e ascolto la musica… ascolto musica in ogni momento! E’ una malattia!

Pazzesco!

E’ come… come se la musica fosse ciò che mi fa capire che esiste la pace! Che c’è qualcosa di buono, e qualcosa che non cambierà mai, che non smetterà mai di essere buono! E’ proprio questa la sensazione: è come una protezione. Questo è per me la musica!

Mi piace molto questa immagine! Grazie per aver condiviso questo lato di te! Diciamo che ora volevo chiederti delle tue fonti che ti hanno ispirato in passato, nel senso, degli artisti che hai ascoltato magari in passato e che ti hanno fatto diventare quel che sei musicalmente e artisticamente… che ti hanno influenzato insomma.

Musica in passato… beh, devo dire che io sono sempre stata una ragazza al passo coi tempi. Voglio dire, la stampa ha fatto passare il fatto che ascoltavo solo Nina Simone o Billy Holiday… il che è assolutamente falso!

Ah ok, diciamolo allora!

Non credete a questa cosa! Ho comprato il mio primo disco quando avevo tipo 10 anni… ed era “The Boy Is Mine” di Brandy & Monica!!

Ecco,questo mi fa sentire molto più vecchio di lei!

E poi comprai Destiny’s Child… quindi roba molto contemporanea… Missy Elliott… Mi piacciono le artiste donne. E poi ascoltavo anche Tracy Chapman, Shade, Janis Joplin… E adoro Bjork, adoro Beth Givens, adoro Miriam Makeba, la cantante Sudafricana naturalmente… Adoro… uuhh, anche cose moderne: mi piace Rihanna, mi piace Gaga, mi piace Madonna!!! Mi piacciono anche tutte loro!! Sono folle, quando si tratta di musica non ho un unico stile! Mi piace la buona musica, e può essere…

Ecco perché mi dicevi che non ti piacciono limiti nella musica! Questo lo dimostra…

Infatti non mi piacciono. Se sono in un club per esempio e il dj suona anche bella buona musica elettronica… Io ballo! Se la musica è del buon R&B e Hip-Hop, io ballo… Mi piace la musica che mi fa muovere, e poi magari a volte i testi possono essere stupidi, ma il beat è così bello che ti fa semplicemente impazzire! Così è la musica!

C’è – giusto l’ultima domanda – qualcuno di loro in particolare con cui vorresti condividere il palco o un duetto? O non c’è nessuno in particolar modo? Ci hai mai pensato?

Mah, perso MIA sarebbe bello … sai sto ascoltando “Matangi” adesso… E penso che lei sia una delle più brillanti artiste femminili inglesi la fuori.

Si, ed è molto eclettica musicalmente…

Lei è anche … Mi piace l’aspetto politico della sua musica, mi piace il fatto che è una musicista libera, che parla di quello che le da fastidio o la fa scazzare, e lo fa in modo figo, lo fa in modo veramente autentico… quindi M.I.A., voglio fare un pezzo con te! E poi chi altro… Magari una voce maschile, o un ragazzo. Ce ne sono così tanti… fammi pensare… Qualcuno che sia completamente differente da me! Trovo che sia sempre interessante , magari qualcuno che fa della musica DARK, come i Depeche Mode o qualcuno del genere, qualcosa di folle… Tipo Marilyn Manson o così! Sarebbe proprio interessante.

Sarebbe un incontro di stili differenti…

Si, mi piace quando quando le cose si fanno improbabili!!

Bello, grazie mille!! Penso che a questo punto aspetteremo le tue performance dal vivo, così possiamo aggiornarci e magari incontrarci di nuovo con qualche tua nuova notizia!

Si, facciamolo, grazie!

Buona fortuna per tutto!

Un artista che ci ha veramente colpiti per la sua grande maturità artistica, nonostante stia muovendo solo i primi passi nel musicbiz che conta. Y’akoto ha pubblicato un EP di successo già in Germania, ed il suo debut album “BabyBlues” è uscito lo scorso 30 marzo anche in Italia!

Potete scaricare la hit “Without You” da qui! 

e  l’album “Babyblues” cliccando qui!

State sintonizzati su rnbjunk.com! Una nuova interessante intervista sta per arrivare, possiamo solo dirvi che canta in spagnolo…

Stay Tuned!

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.