Rnbjunk Musica – Ultime notizie e gossip di musica
Foto e Copertine Interviste Notizie

Zayn Malik su L’Uomo Vogue, parla del nuovo disco e sparla dei One Direction

3bb2043b-9432-4d62-8fca-20a56c6fb4d2

Molti giovani artisti uomini stanno pensando di rivolgersi alla rivista di moda italiana L’Uomo Vogue, al fine di ottenere visibilità per i loro nuovi progetti discografici. Da Justin Bieber a Nick Jonas, non poteva mancare certo Zayn Malik, l’ex One Direction dal cuore ribelle e l’animo indomito, che si appresta a lanciare il suo primo disco solista proprio in questo 2016.

L’intervistatrice inizia la chiacchierata cercando di mettere in difficoltà Zayn, ponendo l’attenzione sulle sue dichiarazioni circa la volontà di allontanarsi dalle scene per vivere come un normale ragazzo di 22 anni, in netto contrasto con la scelta di lanciare subito un nuovo album.

“Adesso che posso veramente essere me stesso e fare musica che sento mia, non mi sembra nemmeno un lavoro. Per me è rilassante, sul serio”.

“Non c’è competizione tra me e i ragazzi. Non me ne sono andato perché c’era animosità, volevo solo realizzare me stesso”

Poi Zayn spiega come non si fosse sentito mai veramente parte del gruppo, un concetto che ripete spesso ultimamente:

“La decisione di lasciare non è stata tanto la conseguenza di una situazione che si era progressivamente deteriorata: era sempre stata implicita, sottintesa. Non mi sono mai sentito parte del gruppo, lo facevo solo perché in quel momento mi sembrava che fosse il posto giusto in cui stare.

In tutta onestà, mi sono mentalmente e fisicamente distanziato da ciò che facevo da un punto di vista creativo, perché davvero non volevo esserne parte. Non mi sentivo realmente me stesso”

Se fin qui il discorso non era tanto un attacco verso i One Direction, ma piuttosto un’analisi delle proprie sensazioni, più avanti nel corso dell’intervista Zayn lascia intendere che i suoi ex compagni abbiano mentito in pubbliche dichiarazioni:

“La verità è che non ho parlato con nessuno di loro, solo un po’ con Liam: che vuoi che ti dica, è andata così. Ho cercato di mettermi in contatto con un paio di loro, ma non ho avuto risposta. Quando poi, pubblicamente, hanno fatto loro qualche domanda al riguardo, hanno risposto che mi avevano parlato ed eravamo amici. Non è così. Io ho cercato di contattarli e di restare in amicizia, ma non hanno risposto alle mie chiamate né ai miei messaggi

Parliamo a questo punto dell’album, a quanto pare non includerà alcuna collaborazione, ma sarà esclusivamente incentrato su Zayn. Ecco cosa scrive Vogue in proposito:

“Il suono è decisamente più adulto, il ritmo è più sofisticato, la produzione è curatissima e i testi hanno il tono della confessione”.

La produzione del disco è affidata a Malay, lo stesso di Channel Orange di Frank Ocean.

Leggi QUI la cover story completa, e non perdere il nuovo numero di gennaio de L’uomo Vogue con protagonista Zayn!

cedca75d-0a53-4a3e-99b8-306dfa9eeba1 90a28845-4cc3-45da-9806-5b99963c0a70

9 commenti

musiclover19 14 Gennaio 2016 at 01:03

Devo dire che la cosa che più mi interessa è che la produzione è la stessa di channel orange, un album stupendo .comunque non so se mi sono mai espresso a riguardo ma sinceramente io più che non apprezzare la sincerità detesto quando si sputa nel piatto in cui si ha mangiato e che ti ha reso qualcuno . La verità è che la band li ha resi ricchi e famosi e sarà (forse) il loro trampolino di lancio, quindi per quanto non ci fosse grande libertà nelle scelte e tutto il resto io la finirei con questo discorso.. poi sinceramente se il contratto stava per terminare, che senso ha avuto questa uscita di scena a 6 mesi dall’ultimo album? Secondo me perchè così avrebbe attirato l’attenzione su di se per il debutto della carriera solista , sfruttando l’effetto sorpresa . Ma la verità è secondo me che li ha lasciati in una situazione complicata proprio all’ultimo, e sicuramente avrà avuto anche delle ripercussioni legali e ci avrà perso soldi oltre che l’amicizia dei colleghi. Vabbè comunque la ” vera verità ” noi non la sapremo mai, pero’ fatto sta che sono mesi che parla parla parla , fa servizi fotografici, intanto il fatto che abbia lasciato i 1D non importa più a nessuno perchè è passato troppo tempo, tra poco dovrebbe pure uscire il singolo di liam payne.. io mi darei na mossa! E mi ricorderei anche che questo album come vuole lui lo può produrre grazie al successo che ha avuto con il gruppo

Rispondi
Roman 13 Gennaio 2016 at 16:34

Alla fine ha detto quello che pensa, e poi non lo trovo “altezzoso”, non è stato lui a ignorare messaggi e chiamate, quindi la cattiva figura l’hanno fatta gli 1D, non di certo lui!

Rispondi
Guy 13 Gennaio 2016 at 14:10

Allora fondamentalmente le cose che dice non sono sbagliate, però è anche vero che gli One Direction si sono presentati sin dal 2011 come una band destinata unicamente a essere spremuta come limoni a scopo di lucro (e parlo per tutto, per la musica commerciale con un album all’anno, per i tour continui, per la loro immagine pulita ecc.) quindi se il fastidio che gli procurava la situazione era così grande poteva lasciare molto prima e non spassarsela per 4 anni e poi ora sputare sul piatto su cui ha mangiato, se si fosse tirato fuori prima avrei preso più seriamente queste dichiarazioni, bastava un “non mi trovavo più bene” senza condimenti vari. Detto questo io un minimo di curiosità per il suo album ce l’ho, di certo non mi aspetto un capolavoro quindi se dovesse deludermi amen, e se dovesse tirare fuori una commercialata o cose del genere si darebbe praticamente la zappa sui piedi dopo affermazioni del genere.

Rispondi
Gin 13 Gennaio 2016 at 10:11

spero che l’album sia un flop, così magari comincia a capire che cos’è l’umiltà.

Rispondi
Liuk 13 Gennaio 2016 at 10:05

In merito a questo individuo mi viene in mente una gif di Tina Cipollari: “EDDAI MARIA, E BASTA!”. Basta davvero, non se ne può più di questo ragazzino che fa l’alternativo e il grande artista dopo aver mangiato per 5 anni nel piatto più commerciale che esistesse. Voglio proprio sentirlo, questo album maturo ed espressione di libertà artistica, sono proprio curioso.

Rispondi
Marco Martini 13 Gennaio 2016 at 08:54

Allora io amo Frank ocean ed ho adorato Channel orange, e se lui lavorerà con il suo stesso produttore il CD potrebbe avere le carte in regola per essere un capolavoro. P. S. Ma qualcuno ha avuto più notizie di Frank? Si sente la sua mancanza 🙁

Rispondi
Dixon92 13 Gennaio 2016 at 17:44

Il nuovo album dovrebbe uscire a maggio del 2016, così dicono alcune fonti. E si. Sto parlando di Frank Ocean.

Rispondi
Marco Martini 13 Gennaio 2016 at 18:01

Che palle, non fa che procrastinare..

Rispondi
SoundPost 13 Gennaio 2016 at 05:10

Secondo me questa sua carriera sta iniziando con io piede sbagliato. Si sente già troppo sopra tutto e tutti per nulla, sparla continuamente del lavoro che gli ha permesso di essere dov’è… Per riscattarsi da ciò, deve pubblicare l’album del decennio (almeno per me)

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.