Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Arisa contro i Wind Music Awards: è polemica! “Non farò la fine di Mimì”

0 0

Arisa-900x600

Che la cantante lucana Arisa non sia certo una persona docile e che si lascia ammansuetire da chi comanda nello showbiz italiano non è certo un mistero. Ricordiamo tutti il litigio con Simona Ventura qualche anno fa ad X Factor, o anche prima la sua risposta a Morgan quando criticò l’assegnazione del brano di Pino Mango “Disincanto” sempre ad una sua concorrente di X Factor, ma questa volta le polemiche scatenate dall’artista arrivano ben più in alto, e vanno a colpire la maniera in cui chi di dovere gestisce uno degli eventi musicali più importanti d’Italia, i Wind Music Awards, e la selezione degli artisti nostrani da inviare all’Eurovision Song Contest.

Arisa, nonostante il successo avuto, il suo immenso talento vocale ed i riconoscimenti ricevuti in questi anni di carriera, non solo non ha mai avuto la possibilità di partecipare all’Eurovision (quando vinse la competizione ancora non si sceglieva il rappresentante dell’Italia in base a chi vinceva, cosa che avviene invece adesso), e nonostante sia in piena promozione di un disco non potrà neanche avvalersi dei WMA per promuovere la sua musica. Di seguito lo sfogo della cantante:

Mi sarebbe piaciuto essere ai Wind music awards ma non sono platino.. Poi sicuramente ci sarà anche qualcun altro non platino per cui si sarà fatta un’eccezione.. Menzioni speciali e targhe ad onorem, ma non per me..
C’è chi bissa addirittura.
Anche al concertone di radio Italia mi sarebbe piaciuto esserci, ma..
Rosalba Pippa, nata a Genova (Italia), il 20/08/1982 , da genitori italiani, due Sanremo vinti, qualche disco di platino in passato, qualche oro in corso IN ITALIANO, non è stata mai invitata.
Per non parlare dell’euro vision.. Ripeto: 2 Sanremo vinti, è un pezzo famoso in America, cantato da altri (?)
Poi un giorno mi spiegherete perché.
Perchè.. Come a scuola, ci sono quelli fighi e quelli no.
E perchè le regole cambiano sempre al momento sbagliato, solo per alcuni.
Forse il destino è che io debba farcela da sola, ancora, o che debba smettere per sempre ed andare ad aiutarli davvero i bambini di Haiti, con la zappa in mano.
Certo è che come Mimì non mi ci fanno finire.

Vediamo dove mi porta il cammino.
Povera Patria, povera Haiti.
Nessuno se ne cura.
Nessuno si cura più di niente.
Vorrei vedere se l’avesse fatto qualche biondina vestita in pelle umana.
Santa Subito.
Voce, cadrà nel dimenticatoio, Guardando il cielo pure. Ma non per tutti.
Qualcuno si sveglierà e spegnerà la tele, ingiusta e io pure. A sto giro non vi guardo.

Sono molto orgogliosa di quello che faccio, i miei dischi mi piacciono, e se avessi grandi possibilità farei grandi cose. Per ora combatto e sto al passo.
Andrà sempre meglio.
Ci credo.

Grazie anche a Voi Raga.
XXX


Uno sfogo scritto di getto e senza pensarci su né rileggere per correggere eventuali errori ed imprecisioni grammaticali. Voi che ne pensate?

Commenti
Caricamento...