Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Chris Brown: “Siamo sottoposti a lavaggio del cervello dai media, occorre coscienza”

blogdicultura_18801d0c4c915fe38468f957bdbf9202

Chris Brown rilascia una nuova lunga intervista per la radio urban Hot 97, Il suo nuovo disco, Royalty, sarà pre-ordinabile a partire dal 27 novembre ed uscirà il 18 dicembre. CB ha parlato di diversi argomenti, tra cui l’album, collaborazioni con altri artisti, la sua bambina e cosa significhi per lui essere un padre, i rapporti con la sua ex. Non sono mancate riflessioni profonde sui problemi che affliggono la società neanche questa volta, ed il cantante ha voluto dare la sua visione sul ruolo dei media e degli effetti negativi che possono generare sugli spettatori.

L’intervista integrale la trovate a fine post, noi come al solito vi mettiamo in luce le parti che ci hanno colpito di più:

Con il lavoro che faccio io ho una grande piattaforma dove poter dare dei messaggi. Come artista io ho uno scopo più alto, non cantare semplicemente canzoni. A volte bisogna affrontare periodi negativi per imparare ad apprezzare le cose positive, ogni cosa ci può dare insegnamento. La gente che ti circonda può essere corretta o scorretta, va bene,  ma tu puoi prendere diverse cose da loro. Tutti noi abbiamo bisogno di amore. Siamo umani.

Anche io a volte mi arrabbio e poi penso cavolo non avrei dovuto dire questo. Penso che molti contrasti derivino dal fatto che abbiamo bisogno di amore, e l’ho provato sulla mia pelle. Amore che vorremmo e che a volte non otteniamo, o non lo otteniamo nella misura in cui lo vorremmo. La gente è alla ricerca di amore ma non sa davvero cosa sia. Noi siamo costantemente sottoposti a lavaggio del cervello da parte dei media, le pubblicità, la TV, veniamo spinti a cercare il sogno americano, questo non fa altro che alimentare stereotipi. Ogni cosa che noi facciamo dovrebbe essere insegnamento, anche questa intervista. Noi possiamo apprendere dagli altri diverse cose. Io non sto dicendo di essere perfetto, non sono Gandhi nè un guru, combinerò dei casini, ma va bene, è così che impariamo […]

Io non voglio entrare in politica, la gente deve acquisire semplicemente coscienza sulla propria situazione e su quella degli altri popoli nel mondo. La gente sembra preoccuparsi solo quando accadono tragedie. Se succede qualcosa di brutto all’estero, affermano “Oh non è giusto, non è giusto!” ma in realtà quello che in molti pensano ma non dicono è “Merda, per fortuna che non è capitato a me”. Io non ne so nulla di politica, non è il mio campo. Quello che devo fare io in quanto artista è incoraggiare la gente ad aprire gli occhi.

A volte ci struggiamo per delle cose che non hanno davvero importanza. Dobbiamo sostenerci ed apprendere gli uni dagli altri. Quali sono i nostri obiettivi come esseri umani, e che vogliamo raggiungere come società? Il sogno americano ci dice: comprati una casa, una bella macchina, sposati, paga le tasse e farai la bella vita. Ma quale vita? Questo è ciò che ci viene insegnato fin da quando nasciamo. Televisione, intrattenimento, ti dicono “così è come vogliamo che tu viva”. Anche io sono vittima del sistema, mi piacciono le belle cose, ma dobbiamo veramente chiederci quale sia il vero scopo su questa Terra.

A proposito degli articoli infamanti che gli vengono dedicati ogni giorno:

Non ho bisogno di spiegarmi ogni volta. Loro hanno bisogno di clicks, va bene. E’ un business questo. La gente va sul sito, legge, si iscrive eccetera. Penso che se la gente ha voglia di conoscere le cose positive che ho fatto può benissimo documentarsi altrove. Mi chiama il mio avvocato o il mio manager e mi dice “domani posteranno questa storia su di te, vuoi rilasciare qualche dichiarazione?” Io dico “Va bene, che facciano, non mi interessa dire nulla”. Un paio di volte hanno detto cose positive su di me. Va bene, ma la maggior parte delle volte scrivono falsità. Inutile perderci la testa.

Chris parla del fatto che lo si accusi di essere affiliato alle gangs criminali, affermando che in realtà lui ha aiutato diverse persone ad abbandonare quelle realtà:

Tu puoi scegliere di fare ciò che vuoi. Le gangs nascono dalla paura. Paura di essere soli, paura per non avere avuto un modello genitoriale nella propria vita, ma anche in questo caso molti vogliono stare in strada. […] Io voglio mostrare alla gente che ci sono altre opzioni, è tutto nella nostra mente. La paura è come una malattia.

L’intervistatore chiede a Chris se pensa che la sua ex fidanzata Karrueche Tran abbia beneficiato della sua fama per avviare la propria carriera. Chris dice che le augura solo il meglio e rivela di non sentirla più. Parla poi del rapporto con la sua bambina:

Dio ci dona i bambini (o la mia cagnolina, come la chiamo io) come una lezione per farci capire la bellezza della vita, io la amo.

Il ruolo di papà lo spaventa un po’, ma sua figlia è meravigliosa. Aveva paura anche quando salì su un palco per la prima volta, ma ritiene che affrontando le situazioni si superano le paure. Balla spesso con la figlia, che appena sente la musica chiede subito “Dove è papà?” Dice che sua figlia da grande potrà fare qualsiasi mestiere, e non vuole costringerla a far nulla.

Se vivi per piacere al pubblico, sarai miserabile per il resto della tua vita. La gente si lascia confondere dalla mia vita privata, piuttosto che ascoltare cosa sta dicendo la mia musica. Io mi concentro sulla mia musica, su mia figlia e la mia vita. Io sono un papà fiero. La mia musica è ciò che sto vendendo, e voglio ispirare la gente.

A proposito di musica Chris parla di quanto sia entusiasta della sua nuova canzone con Teyana Taylor. Gli viene chiesto se pensa che tutte le collaborazioni che fa gli stiano facendo trascurare la propria musica. Lui risponde:

Uhm. Alcuni mi stanno dicendo che faccio troppe canzoni, stai esagerando e cose del genere. Io sto cercando di fare del mio meglio nella mia professione. Se mi propongono delle canzoni a me sta bene, se mi piacciono. Faccio anche tanta musica da solo nello studio, e voglio sempre che la gente ne ascolti di nuova. Se continuo di questo passo nella top 40 sarò in 38 canzoni (ride). Nella cultura Hip-Hop c’è molta competizione, tutti vogliono raggiungere il top. Anche io, ma non esiste solo il primo posto. Bisogna superare l’ego e collaborare fra artisti.

Chris afferma che presto potremo ascoltare nuovo materiale dal nuovo disco. 

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!