Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Le peggiori live performance di sempre… – prima parte

0 3.215

Triste ma vero, nella generazione dell’immagine, dei social, e della bellezza a tutti i costi, è molto semplice riuscire a crearsi una carriera musicale pur non essendo dei bravi cantanti. Oppure, benché si possa contare su un buon strumento vocale, succede a volte di scivolare in esibizioni dal vivo davvero scadenti!

Ci sono cantanti di enorme successo, al giorno d’oggi, che oggettivamente sono stonati, oppure che hanno una voce anonima e comune. Il tutto viene camuffato perfettamente nella registrazione di un album, ma poi quando si tratta di proporre a concerto o nelle comparsate TV un live, inevitabilmente le lacune saltano fuori.

Alcuni interpreti, consci delle loro difficoltà, si avvalgono del playback, in molti utilizzano dei pre-rec, ed alcuni provano la strada del live al 100%.

In questo post faremo un viaggio, che continuerà sicuramente, tra le peggiori live performances a livello vocale proposte negli ultimi decenni…

John Shearer

Britney Spears – Gimmie More (2007)

La sua esibizione disastrosa agli MTV VMA 2007 ha sicuramente fatto la storia! Britney Spears, fenomeno mediatico e principessa del Pop, aveva il compito di promuovere il primo singolo tratto da “Blackout”, la canzone “Gimmie More”, e lo doveva fare in un momento davvero difficile per lei a livello umano e personale.

I diktat e le leggi delle discografiche e dei manager però, l’hanno catapultata sul palco dei VMA senza farsi troppi scrupoli, il risultato è stato davvero temendo, con coreografie inesistenti e un playback spesso mancato.

Britney non stava bene, al mondo veniva proposta un’immagine davvero tremenda della cantante della Louisiana, totalmente opposta a quella della brava ragazza degli esordi.

Va detto che la Spears è sempre stata un’artista da “playback” e raramente, anche durante i suoi concerti, cantava live le sue uptempo. La differenza però è che un tempo Britney optava per il registrato concentrandosi su coreografie scatenate, proponendo un vero show…, e con “Gimmie More” in questo famigerato 2007, era chiaro a tutti che non sarebbe più tornata quella di un tempo.

Ogni singolo aspetto di questa performance è stato davvero disastroso, a me ha fatto un po’ pena e un po’ di tenerezza….

Le polemiche in seguito alla performance furono davvero moltissime:

Cassie – Me & U (2006)

L’avventura nel mondo della musica di Cassie è cominciata nel 2006, una ragazza oggettivamente bellissima, e con l’immagine giusta per riuscire a spaccare a livello mediatico. Nessuno si aspettava un successo così grande, il primo singolo “Me & U” diventò una number 1 hit negli Stati Uniti, ed inevitabilmente Cassie, personaggio nato fuori dalla musica, fu costretta ad esibirsi live al canale BET durante 106&Park?

Il risultato? Terrificante! La base della canzone copriva la voce inesistente di questa splendida ragazza…., davvero uno dei momenti musicali live più imbarazzanti di sempre. Scommetto che molti di voi avrebbero fatto meglio cantando sotto la doccia…

Un live del genere in piena promozione dell’album di debutto fu davvero un evento nefasto. Nonostante diversi tentativi ancora oggi si attende un secondo album ufficiale di Cassie… riguardando questo live ovviamente siamo davvero in grado di capire il perché…

Rihanna – Only Girl (2010)

Il suo nome è stato molto spesso paragonato a Beyoncé, tuttavia Rihanna non ha mai avuto, e non avrà mai le stesse capacità vocali della cantante Texana.

Durante la sua carriera fulminante ed in costante ascesa, Rihanna ha rivelato un tallone d’Achille: le performances live. Il grande problema di Rihanna è l’incostanza, e durante i concerti, ma anche nelle performances promozionali, si è spesso trovata davanti a problemi d’intonazione davvero evidenti.

Sicuramente, a differenza della Spears, la Fenty non si è mai nascosta, ed ha sempre provato a proporre dei buoni live. Con un disco rilasciato ogni anno, sicuramente la fatica ha inciso molto sulle sue esibizioni, che durante la “Loud” Era sono state, a volte, molto imbarazzanti… ecco qua cosa era successo a Saturday Night Live con il brano “Only Girl”:

Con una pausa prolungata di qualche anno, Rihanna ultimamente ha proposto delle performances live davvero buone, evidentemente si è messa al lavoro con un vocal coach, ed ha recuperato un po’ di forma. L’ottavo album sarà diverso dai precedenti lavori, e si spera che Rihanna possa continuare ad evolversi come live performer.

Mariah Carey – Beautiful (2013)

Abbiamo detto prima che ci sono diversi cantanti oggettivamente limitati vocalmente, di Mariah Carey non si può dire lo stesso, anzi, è una delle più grandi voci di tutti i tempi, ma negli ultimi tempi i suoi live sono diventati sempre più incostanti sotto l’aspetto vocale. Stanchezza? Voce strapazzata? Sicuramente con una carriera lunga e grandiosa come la sua può succedere di perdere la grandeur vocale.

Inciampata negli ultimi anni in diversi live disastrosi, quello che ricordiamo piuttosto bene risale al 2013, quando cantava insieme a Miguel il nuovo singolo “Beautiful”.

Brutta storia….! Ovviamente le cose non vanno sempre così male per Mariah, ed oggettivamente ancora oggi, pur non avendo la voce di “Emotions”, riuscirebbe a divorarsi almeno l’80% delle rivali a livello vocale…

Kesha – Your Love Is My Drug (2010)

Altra cantante famosa per le sue facoltà vocali mediocri è sicuramente Kesha! Una delle performances peggiori da Saturday Night Live di sempre è quella di “Your Love Is My Drug” del 2010.

Se a livello scenico è stato imbastito uno show abbastanza piacevole, a livello sonoro la performance è risultata davvero pessima, evidenziando delle vere e proprie lacune a livello vocale.

Dopo il debutto grandioso, anche per Kesha i numeri si sono ridimensionati. In questo momento la cantante californiana sta lavorando ad un nuovo progetto, e ci auguriamo che si sia messa a studiare canto come si deve….

Ecco qua il suo epicfail con “Your Love Is My Drug”:


Sembra facile trovare video di performances disastrose, ma non lo è, spesso gli stessi artisti e le etichette cercano di camuffare queste disavventure nei live! Di certo la lista di artisti inciampati una o più volte in esibizioni catastrofiche è ancora lunga….

Noi come al solito aspettiamo anche i vostri suggerimenti, e presto faremo un secondo viaggio in questi piccoli momenti spiacevoli per il nostro udito e le nostre orecchie…

Cosa ne pensate di questi primi 5 live?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.