Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

L’intro di “Gorgeous” un plagio? Taylor Swift ancora sotto accusa

0

Chi ha plagiato questa volta Taylor Swift? Una bambina di poco più di un anno. La mamma lancia l’accusa su instagram

Il nuovo brano rilasciato da Reputation, Gorgeous (QUI per ascoltarlo), da un lato ha fatto storcere il naso a molti per la qualità non memorabile, dall’altro sta dominando la classifica singoli iTunes USA…tanto per cambiare.

Se negli States Taylor Swift sembra infatti aver firmato un contratto “successo assicurato a vita”, non mancano comunque le accuse a suo carico, specie quelle che riguardano la dubbia originalità dei suoi lavori. Le ultime di una lunga serie si erano concentrate sul video di Look What You Made Me Do, da molti considerato troppo simile a quello di Formation di Beyoncé, tanto che anche il regista Joseph Kahn rispose stizzito (QUI per le sue dichiarazioni).

A poche ore dal debutto di Gorgeous, Taylor Swift è stata nuovamente tirata in ballo per una questione di plagio, per un motivo che forse nessuno si sarebbe mai immaginato. Una giovane mamma americana, celebre su instagram e YouTube per aver aperto una pagina dedicata alla sua bimba, Jayde Kamille, ha insinuato che la cantante abbia “rubato” la voce della sua piccolina per metterla nell’intro della sua traccia:

Soooooo…… am I tripping or……does Taylor swift new song start off real familiar to us ? 🤔🙄

Un post condiviso da Jayde-Kamille ❤️ (@jayde_robinson1) in data:

La signora Robinson ha ri-pubblicato il video in questione, in origine condiviso lo scorso maggio:

🙃

Un post condiviso da Jayde-Kamille ❤️ (@jayde_robinson1) in data:

I due video hanno ricevuto in poche ore più di 100mila visualizzazione e sempre più gente è ormai schierata dalla parte di mamma e figlioletta. Voi che idea vi siete fatti dopo aver ascoltato le clip? Taylor Swift ha davvero usato la voce della dolce Jayde Kamille o è solo un caso? Vedremo nei prossimi giorni se questa accusa si trasformerà in qualcosa di più…

Commenti