Categories ClassifichePop
|
12 Dicembre 2018 09:19

Ecco i migliori album del 2018 secondo Billboard, Ariana Grande in vetta

Ecco i 20 migliori album del 2018 secondo Billboard! Dalla rivelazione spagnola Rosalía alla rapper statunitense Cardi B, dall'immancabile Drake…

Ecco i 20 migliori album del 2018 secondo Billboard!

Dalla rivelazione spagnola Rosalía alla rapper statunitense Cardi B, dall’immancabile Drake al compianto Mac Miller, dall’ex Fifth Harmony Camila Cabello alla coppia d’oro del musicbiz The Carters, ecco gli album migliori del 2018 secondo la redazione di Billboard

Dopo aver annunciato le Year-end charts, le classifiche musicali che racchiudono questo 2018 in termini di numeri, stavolta Billboard propone una lista differente, che rivela i gusti e le opinioni dei membri della redazione della prestigiosa rivista statunitense.

Si tratta di una top 50 che racchiude all’interno gli album più apprezzati e qualitativamente migliori secondo lo staff di Billboard.

La classifica è variegata, al suo interno non troviamo solamente alcuni dei lavori di maggior successo di quest’annata, che più sono stati promossi dalle case discografiche e che hanno scalato le charts di tutto il mondo, ma anche dischi di artisti di nicchia o comunque meno noti a livello globale.

Di seguito riportiamo le posizioni più rilevanti e alcune considerazioni da parte dei giornalisti di Billboard a riguardo degli album scelti.

Alla posizione numero 17 troviamo El Mal Querer, il secondo ed acclamato lavoro della cantante catalana Rosalía, che ha unito nelle 11 tracce dell’album varie sonorità, dal flamenco della vecchia scuola al pop e all’elettronica contemporanei, passando per l’urban e il folk.

Rosalía, il co-produttore El Guincho e il co-sceneggiatore C. Tangana non hanno fatto altro che creare un sound interamente nuovo, radicato nella canzone spagnola, che avrebbe potuto essere solo frutto della cultura pop globale di oggi.

Alla quindicesima posizione vi è invece uno dei lavori che ha ottenuto più consensi sul campo delle vendite e degli streaming, ovvero Scorpion di Drake. Quattordicesimo posto per il recente lavoro del compianto rapper statunitense Mac Miller, uscito un mese prima del suo decesso. Trattasi di Swimming, quinto ed ultimo album in studio del rapper:

Anche se più scuro e freddo del frat-rap del Blue Slide Park di Miller del periodo d’oro, le 13 canzoni leggere in Swimming – ampiamente inteso come una riflessione sull’importante rottura del rapper di Pittsburgh con Ariana Grande e sulle lotte con l’abuso di sostanze, tra gli altri demoni – presenta un Miller ferito ai suoi occhi più sinceri, paziente e aperto, fluttuando dalla sincera speranza (Wings) all’esistenzialismo que será será (Self Care) e un amaro mal d’amore (Dunno) come se i suoi sentimenti fossero nuvole passeggere.

Poco fuori dalla top 10, alla numero 12, si trova la recente fatica discografica della cantante svedese Robyn, Honey, pubblicata ad otto anni di distanza dall’ultimo LP. All’ultimo gradino della top 10 fa capolino il primo joint album dei coniugi Carter, ossia Beyoncé e Jay-Z, intitolato Everything is love.

All’ottavo posto vi è invece l’album di debutto di Camila Cabello, Camila, che ha macinato ottimi numeri e racimolato consensi da critica e pubblico nel corso dell’ultimo anno. La cantante R&B Janelle Monáe con Dirty Computer si piazza in quinta posizione, dei suoi pezzi vengono risaltati, oltre allo stile funk, anche i testi, che toccano vari argomenti, spesso impegnativi:

Temi come il divario di retribuzione tra donne e uomini (Screwed) e le violenze della polizia contro i neri (Americans) sono intrisi di potenti dichiarazioni di emancipazione, come il pezzo con inclinazioni al trap Django Jane e il groove tranquillo I like that.

Passando al podio, la medaglia di bronzo va alla cantautrice country Kacey Musgraves con Golden Hour, molto apprezzata nel suo Paese natale, gli Stati UnitiSeconda posizione per l’album di debutto di una delle femcee di maggior successo nel panorama del rap e dell’hip-hop, Cardi B. Si intitola Invasion of privacy il suo primo album che l’ha consacrata come una delle rapper più influenti attualmente.

Medaglia d’oro per l’ultima fatica discografica di Ariana Grande, da poco eletta Woman of the year dal celebre magazine: il suo Sweetener ottiene così la corona di album dell’anno secondo la redazione di Billboard.

Come suggerisce la cover dell’album, il mondo di Ariana Grande è stato sconvolto dopo il tragico attentato del 2017 all’esterno della sua tappa a Manchester del tour. Ma nel suo primo album dopo l’attacco, lei non ha lasciato che il suo passato la definisse, e non si è soffermata su quello che potrebbe riservarle il suo futuro. Invece, Sweetener ha catturato un momento molto specifico nella vita di una popstar venticinquenne – da una tragedia nazionale senza precedenti a una travolgente storia d’amore tra celebrità (incluso uno spontaneo fidanzamento che ha annullato dopo quattro mesi).

Di seguito trovate le prime 20 posizioni della classifica:

20. Christine and the Queens – Chris

19. Tierra Whack – Whack World

18. Lil Wayne – Tha Carter V

17. Rosalía – El Mal Querer

16. Kali Uchis – Isolation

15. Drake – Scorpion

14. Swimming – Mac Miller

13. The 1975 – A Brief Inquiry Into Online Relationships

12. Robyn – Honey

11. Mitski – Be the Cowboy

10. The Carters – Everything is love

9. J Balvin – Vibras

8. Camila – Camila Cabello

7. Travis Scott – Astroworld

6. Various Artists – Black Panther Soundtrack

5. Janelle Monáe – Dirty Computer

4. Pusha T – Daytona

3. Kacey Musgraves – Golden Hour

2. Cardi B – Invasion of Privacy

1. Ariana Grande – Sweetener

Voi cosa ne pensate della classifica stilata da Billboard? Quali sono per voi gli album migliori di questo 2018, che più avete ascoltato, consumato ed amato?

This article was last modified on 14 Marzo 2019 16:59