Notizie

Miley, Demi e Lana contro la legge anti-Transgender di Trump

Il mondo del Pop statunitense si unisce contro una nuova legge discriminatoria del presidente Trump!

Nella giornata di oggi una nuova delibera attuata dal neopresidente degli Stati Uniti Donald Trump, in netta opposizione con l’amministrazione dell’ex-presidente Barack Obama, ha fatto discutere parecchio l’opinione pubblica americana e non sulla Rete per via di decisioni fortemente antiegualitarie e discriminatorie nei confronti della comunità LGBT. Stando infatti a un comunicato del presidente delle scorse ore:

“Dopo aver consultato i miei generali e gli esperti militari, vi avviso che il Governo degli Stati Uniti non accetterà o ammetterà che le persone transgender possano in alcun modo servire l’esercito USA. Le nostre milizie devono essere concentrati sulla vittoria decisiva e schiacciante, e non possono caricarsi di esosi costi medici e di disturbi che l’esercito comporterebbe. Grazie”.

Una delibera così antidemocratica e opposta ai diritti dei transessuali è stata accolta dal mondo in modo decisamente contrario. Anche diverse popstar sono scese in campo contro l’ultima legge di Trump, in particolare Miley Cyrus, Demi Lovato e Lana Del Rey. La cantante di Malibu, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato un post in cui, oltre ad aver condiviso un’immagine sul numero di individui transgender che servono l’esercito americano (per l’esatezza 15.000), ha scritto:

I am heart broken today ….. please don’t erase our progress! We’ve come so far! For our transgender friends who need someone to talk to , don’t hesitate to reach out to @translifeline ! They are apart of the @happyhippiefdn family and will take amazing care of u!

Un post condiviso da Miley Cyrus (@mileycyrus) in data:

“Oggi sono con il cuore a pezzi… Per favore, non cancelliamo il nostro progresso! Abbiamo fatto tanti passi in avanti! Per tutti i nostri amici transgender che vogliono parlare con qualcuno, non esitate a chiamare la @translifeline! Sono parte della nostra @happyhippiefdn e si prenderanno davvero cura di voi!”

Demi Lovato, invece, ha voluto lasciare un messaggio di sostegno breve ma molto significativo, scrivendo su Twitter:

I just want to tell the transgender community that I love you and you ARE supported no matter what. #ProtectTransTroops

— Demi Lovato (@ddlovato) 26 luglio 2017

“Voglio solo dire alla comunità transgender che vi voglio bene e che vi do il mio supporto in qualsiasi caso #Protect TransTroops”.

Lana Del Rey, invece, in un’intervista rilasciata al magazine Complex per l’uscita del nuovo album Lust for Life, ha espresso nuovamente la sua ferma opposizione rispetto all’operato di Trump, affermando, in merito a una domanda su suoi possibili fans che sostengono il neopresidente:

“Penso che non si possa negoziare quando si parla del proprio lavoro o della propria arte. Devi rimanere fermo nelle tue posizioni e accettare le conseguenze. Se si parla di perdere fan non mi interessa. Va bene così”.

Possiamo dire quasi con certezza che anche Lana, nonostante non si sia espressa ancora sui social, non abbia accettato di buon grado la delibera di Trump.

Cosa ne pensate?

Tags

ommenti

  1. Questo qua fra poco vieta anche alle donne di servire nell’esercito.L’avete eletto,voto popolare o non,mo ve lo tenete.Potevate dare più voti alla Clinton oppure anche Sanders non sembrava male

  2. Noi siamo proprio incommentabili. Siamo al quarto governo non eletto dal popolo. Alla faccia della democrazia.

  3. A me fa più paura tutti quei profughi che vedo in città e girano senza controllo impossessandosi di parchi e piazze dove non puoi più portare i bambini.

  4. Concordo. Hanno votato trump ed è giusto che governi con le sue idee (questo vale per destra e per sinistra se eletta democraticamente dal popolo [noi abbiamo la fotocopia di renzi messa da Pinocchio]) Ci penserà il popolo americano a rieleggerlo oppure no nelle elezioni di metà mandato.

  5. che uomo orribile: le forze armate devono vincere, io ho paura ragazzi… non lo nascondo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close