Il rapper Ozuna coinvolto in un video a luci rosse Gay? Complice di omicidio?

Ombre scure sul rapper reggaeton, secondo alcuni rumors sarebbe in gioventù stato protagonista di un video a luci rosse gay.

0 463

La superstar reggaeton Ozuna coinvolto in una vicenda a luci rosse? Indagato per l’omicidio di un artista gay dichiarato?

Sono ore di tensione per il rapper Ozuna, a quanto pare sarebbe coinvolto in un video a luci rosse che lo vedrebbe protagonista con altri uomini.

La clip é emersa in questi giorni nel web, e molti sostengono che uno dei protagonisti sia il rapper del “Taki Taki”

ozuna kevin fretAi tempi del video il rapper non sarebbe nemmeno stato maggiorenne, e questo coinvolgimento avrebbe anche stretti legami con

l’omicidio di una star dichiaratamente omosessuale, Kevin Fret, ucciso ad inizio gennaio

Stando a dichiarazioni rilasciate dalla polizia, Ozuna e Kevin avrebbero avuto una sorta di relazione,

la polizia avrebbe trovato a casa del defunto, un telefono contenente dei messaggi scambiati proprio con Ozuna.

L’omicidio dell’artista dichiaratamente gay, potrebbe essere stato co-organizzato anche da Ozuna stesso, che sarebbe stato minacciato da Kevin e ricattato per delle somme di denaro, in cambio del silenzio su relazioni e video espliciti.

L’avvocato della superstar avrebbe confermato la tesi per la quale Fret avrebbe cercato di estorcere denaro al rapper, oramai famoso a livello internazionale, ma tuttavia escludendo il rapper dall’omicidio del ragazzo ucciso.

Anche il rapper, ora primo indiziato, ha rilasciato un messaggio, dove si scusa per “errori del passato”, ancora non si sa se parla di questo famigerato video, oppure della sua relazione con Fret.

Quello che é successo é stato un errore di gioventù. Oggi non solo mi pento di ciò che é successo, ma lo condanno. Sto cercando aiuto e spero che tutto venga chiarito. Sarò disposto al processo a collaborare con le autorità per evitare che il male possa vincere ed approfittare di questo errore. Mi scuso con la famiglia del defunto, sono la priorità e per loro continuerò a combattere

Una storia che se confermata, potrebbe mettere la parola fine alla carriera di Ozuna!

L’accusa di omicidio sarebbe davvero un colpo di grazia per lui!

Ricordiamo che la scena urban latin e  reggaeton rimane tra le scene musicali più machiste, maschiliste ed omofobe del pianeta, come la vita sull’isola di Puerto Rico, dove l’omofobia e la violenza rimangono ancora oggi una triste realtà.

 

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!

Lascia Risposta

La tua email non verrà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.