Together At Home grandi voci, cuore, e pochi down. La nostra recensione.

Quando si paragona l’evento Together At Home al Live Aid del 1985 si fa certamente un errore.

Lady Gaga in concomitanza con l’OMS ha creato un evento televisivo e mediatico sul web, che non ha niente a che vedere con un concerto live da uno stadio trasmesso in TV.

Ovviamente il risultato é decisamente meno roboante rispetto ad un mega concertone, ma come sappiamo questa malattia non ci permette di fare altro

Viviamo in una condizione mai vista prima nei tempi moderni, e l’ultima volta che il mondo é stato colpito così duramente a livello sanitario era tra il 1918-20 con la famigerata influenza Spagnola.

A quei tempi nessun concerto, niente televisioni o twitter, e la gente era costretta a vivere nell’incretezza la povertà e la paura.

Oggi abbiamo la grande fortuna di poterci godere grandi leggende della musica direttamente dal nostro divano, che ci regalano un sabato sera diverso dai sabati sera monotoni che abbiamo vissuto di recente.

Lady Gaga: padrona di casa eccellente

Ancora oggi, tante persone pensando al nome di Lady Gaga, pensano ancora alla ragazzetta di Poker Face, ed ai suoi vestiti appariscenti. Eppure Lady Gaga in questi ultimi anni ha davvero fatto vedere di che pasta é fatta, dagli impegni politici, sociali, alla stessa musica che ci é piovuta addosso in diverse forme.

Lei non é solo una semplice popstar, ma una donna influente, che usa la sua influenza per fare del bene a tantissimi livelli.

together at home recensione

Raccogliere così tanti grandi artisti per un evento di questo tipo non é un lavoro semplice, e ci piace anche come abbia voluto mantenere la sua e le altre performance musicali molto generiche, e non “a scopi promozionali”.

Ottima e seria padrona di casa di questo evento, e strappa l’ennesimo applauso non solo per il suo talento grandioso, ma anche per la sua personalità, davvero diversa da quella di una Diva.

Vogliamo raccontarvi senza pretese alcune delle esibizioni che ci hanno particolarmente colpiti del Together At Home streaming concert.

Shawn Mendes e Camila Cabello, sorprendentemente emozionanti

Insieme in una quarantena romantica, Shawn Mendes e Camila Cabello ci hanno davvero emozionati con la loro esibizione “What A Wonderful World”! Sapevamo del loro talento, ma prima di questa cantata ci sembravano poco indicati ad emozionare, ed invece il risultato é stato davvero eccellente!

Tanto che ci sono venuti i brividi, e tanto che a questo punto ci chiediamo perché non possano pubblicare un album “vocale” insieme, perché le due voci si sono amalgamate alla perfezione, ed hanno creato un’atmosfera caldissima.

Quel Hallelujah di Jennifer Hudson che ci fa capire come la gente non capisca una ceppa

Certamente una delle performance vocali più grandiose di questa serata l’ha firmata Jennifer Hudson. La cantante di Chicago non ha spazio nelle classifiche, ma é una delle più grandiosi voci dei nostri tempi, se non di tutti i tempi.

Lo ha dimostrato senza se e senza ma in questa penetrante e divorante performance di Hallelujah

Stevie Wonder, 69 anni, e sembra un disco inciso

Altro carico di forti emozioni arrivano dalla voce sempreverde del grandioso Stevie Wonder. Amico di Lady Gaga, il leggendario cantante R&B ha donato una performance da urlo, con la sua voce che rimane eterea nonostante l’età che avanza, una dote per nulla scontata.

C’era solo da inchinarsi al suo omaggio al compianto Bill Withers.

Rolling Stones l’energia dei ragazzini

Altre leggende viventi che portano la loro iconicità con il brano “You Can’t Always Get What You Want”. I Rolling Stones sono stati gli ultimi ad unirsi all’evento, ma con questa esibizione hanno dato tantissimo all’evento. L’energia portata é quella di 4 ragazzini, immortale la loro musica.

Elton John, canzone perfetta, esibizione discreta.

Anche lui ha emozionato con la sua “I’m Still Standing”, canzone più che mai adatta per questo momento. Ma forse rispetto agli Stones e Wonder, la sua performance non ci ha coinvolti completamente. Detto questo rimane sempre il grandioso Sir Elton John…. dal giardino di casa più discusso della serata…

Paul McCartney, perché Lady Madonna?

Anche Sir Paul McCartney ha portato la sua esibizione. Leggenda dei Beatles, Paul ha portato la canzone “Lady Madonna”, quando secondo noi nel suo repertorio c’erano canzoni decisamente più belle

Promosso solo perché sei Paul McCartney, ma nella serata abbiamo sentito di meglio.

Potenza di fuoco Lady Gaga, Celine Dion, Andrea Bocelli, Lang Lang

Praticamente impossibile sbagliare, allineate 3 voci grandiose ed il miglior pianista del mondo, The Prayer con Lady Gaga, Celine Dion, Andrea Bocelli, é stato uno dei fulcri della serata.

Una potenza di fuoco vocale PAZZESCA

Beyoncé, Alicia Keys, Usher peccato non averli sentiti cantare.

Beyoncé, Alicia Keys, Usher, tre leggende della nostra musica R&B, hanno speso parole importantissime all’evento, sottolineando quanto i più colpiti dalla Pandemia negli Stati Uniti siano gli afro-americani, e le fasce più deboli della società.

Su una popolazione afro-americana del 13%, ben il 32% di chi ha contratto la malattia é afro-americano.

Davvero un vero peccato non avere sentito le loro grandi voci, sarebbe stato stupendo risentirli cantare, e siamo sicuri ci avrebbero emozionato tantissimo.

Taylor Swift, Keith Urban, Kacey Musgraves e l’anima country

Taylor Swift uno dei nomi più attesi per questa serata! Di fatto la cantante che vende di più oggi come oggi di tutti quelli che si son presentati durante la serata (mancava Adele). Ha portato un’esibizione da brivido, ma anche altre stelle della country music si sono fatte valere, come Keith Urban e Kacey Musgraves.

Duetto Britannico-Americano tra Sam Smith e John Legend

Voci e stili diversi, ma una fusione perfetta per farci scendere la lacrimuccia con “Stand By Me”

L’algida Billie Eilish diventa calore con “Sunny”

Idolo dei giorni nostri, Billie Eilish ci ha conquistati con la sua versione di “Sunny”, interpretata da casa con suo fratello Finneas. Di solito “dark” e fredda, la cantante ha tirato fuori un raggio di sole con questa interpretazione ottima.

Maluma e l’omaggio a Celia Cruz

Artista latino di spicco, il colombiano Maluma ha scelto una canzone stupenda di Celia Cruz per parlare di questo momento difficile. Esibizione più che superata, nonostante i soliti ammiccamenti da sex symbol, che però sono un po’ il suo trademark.

Lizzo spogliata dalle cose futili canta Aretha Franklin

Questa pandemia ci deve assolutamente svegliare, e farci capire cosa é necessario e cosa é superfluo.

Lizzo ha cantato spogliata, con il cuore, una canzone difficilissima dell’inarrivabile Aretha Franklin, A Change Is Gonna Come.

A Change Is Gonna Come

Lo speriamo veramente…

Le 8 ore di concerto complete!

Potrebbe anche interessarti

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici Sui Social

Ultime Notizie

Sostienici! Metticii tra i tuoi favoriti su google news