Rnbjunk Musica – Ultime notizie e gossip di musica
Home » Traduzione Testi » Traduzione testo O’ Mare e o’ Sole Rocco Hunt ft. Clementino
Traduzione Testi

Traduzione testo O’ Mare e o’ Sole Rocco Hunt ft. Clementino

Leggi il testo e la traduzione di O’ Mare e o’ Sole di con Clementino.

[testo]

[RIT. ROCCO HUNT & CLEMENTINO]
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
Aspett arret a fnestr, fin quann a piogg nun cess, m’ammeretass na chance ma loc nè
concess.
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
O’ gas ca aument e o fumm ca tras nda l’uocchij, na cassa potent ca tras dint i cap ra
gent.

[ROCCO HUNT]
Preg p frat mij ca a Maronn l’accumpagn
ngopp a giusta vij primm che u riavl se magn,
chi ancor mo cerc a luc aret o buc e na persian,
chi ancor trov fiducij p na birr e a canna man.
Troppi frat miezz a vij ca speranz e na fatic,
quand te scit a matin e pienz ca a vit fa schif,
ogni juorn è tal e quale quand u pass aret e cell,
p’ogni frat ca nun moll rind o futur sta l’infern e n’ess trist
si alla fin o’ mej e nuj pò vol nciel’,
tomb bianc e cimiter, a vit nè comm o’ Vangel,
nata mamm ca mo chiagn pcchè o figl nun s’arrepigl,
a preferit o’ nir e a mort e se cunsola cu na per.
Allucc ro balcon va m’pigl e sigarett,
fa o piacer a chi nun scenn pcchè è liberta ristrett,
pcchè a vit la costrett a punta o’ fierr ed aprì a cassa,
pcchè a vit mett è strett e chiù vaj annaz e chiù te scass.
Chiov fort e nun teng colp,
ogni rimors brucij nguorp,
p’ mò chiagn e bagn o volt,
tutt o riest gir stuort e nun è over,
ca aropp che chiov l’arcobalen,
sollev e ben e mett tutt e cos o’ post suoj.
A speranz è l’ultim ca mor, ma spiss è a primm che t’abbandon,
miezz o grigij e stu stradon,
ma addo sta l’ammor l’agg lett ndè poesij,
ma spiss e n’eresij che fa mal e po te mann a for.

[RIT. ROCCO HUNT & CLEMENTINO]
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
Aspett arret a fnestr, fin quann a piogg nun cess, m’ammeretass na chance ma loc nè
concess.
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
O’ gas ca aument e o fumm ca tras nda l’uocchij, na cassa potent ca tras dint i cap ra
gent.

[CLEMENTINO]
Ienawhite, Rocco Hunt, on the night, smoke the blunt,
Hydro, Saliern’ e Nap’l, frat’m vai mo’!
‘e planc’ int’a tanic, arancia meccanic’, a ganja chiu’ chimic’,
e LiricalDrugs po’ spirit in panic’!
stu smog è nu fracass, l’unic sfog fra cass’ e rullant’,
po’ stress’ t pass, e chi car’ accullass’…
c’ sta chi’ soffr aret a sti sbarr, aument’n e sgarr’, sti sbirr m’ ten’n ngann!
Clementin’, spacc’ e vetrin, crack e petrin’,
maccarun’ e vin, pacc’r o regim,
po’ car a regin, poca candeggin,
tu’ ta tir, fin’ a rint e gengiv’, e l’arij nun’ s respir,e nun staj chiu attiv
fin’ a che punt’ stamm sicur? cercamm e cur contr e disavventur,
evvot’ par’ ca parl’ co mur, mentalità vincent, cu’ nu microfon’ allucc’
p’ na città ca nun sent’.
[RIT. ROCCO HUNT & CLEMENTINO]
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
Aspett arret a fnestr, fin quann a piogg nun cess, m’ammeretass na chance ma loc nè
concess.
Fratm c serv o’ mar e o’ sole, m’ manc l’arij mo, rat’m n’areosol (wajù)
O’ gas ca aument e o fumm ca tras nda l’uocchij, na cassa potent ca tras dint i cap ra
gent.

[/testo]

[traduzione]

RIT.
Fratello mio, ci serve il mare e il sole, adesso mi manca l’aria, datemi un aerosol Ragazzi!
Aspetto dietro la finestra fin quando la pioggia non cessa, meriterei una chanche ma lì non mi è concessa
Fratello mio, ci serve il mare e il sole, adesso mi manca l’aria, datemi un aerosol Ragazzi!
Il gas che aumenta e il fumo ti entra negli occhi, una cassa potente che entra nella testa della gente

ROCCO HUNT
Prego per i miei fratelli e che la madonna li accompagni sulla giusta via prima che il diavolo li mangi, chi ancora cerca la luce dietro al buco di una persiana, chi ancora trova fiducia per una birra e una canna in mano. Troppi fratelli per strada con la speranza di trovare un lavoro, quando ti svegli la mattina e pensi che la vita fa schifo. Ogni giorno è uguale quando lo passi nelle celle, per ogni fratello che non molla nel futuro c’è l’inferno, e non essere triste se alla fine il migliore vola in cielo, tombe bianche e cimiteri, la vita non è come il vangelo. Un’altra mamma adesso piange perchè il figlio non si riprende, ha preferito il nero e la morte e si consola con una pera.
Grida dal balcone ‘vai a prendermi le sigarette’ fa il piacere a chi non esce perchè è in libertà ristretta, perchè la vita lo ha costretto a puntare una pistola ed aprire la cassa, perchè la vita mette le strette e più vai avanti più ti distrugge.
Piove forte e non ho colpe, ogni rimorso brucia dentro, per ora piango bagnando il volto, tutto il resto gira storto, e non è vero che dopo che piove l’arcobaleno solleva le pene e mette tutte le cose al posto loro.
La speranza è l’ultima che muore, ma spesso è la prima che ti abbandona sul grigio di questo stradone.
Ma dov’è l’amore? l’ho letto nelle poesie, ma spesso è un’eresia che fa male e ti manda fuori.

RIT.

CLEMENTINO
IenaWhite, Rocco Hunt, On the night, Smoke the blunt, Hydro! Salerno e Napoli, fratello mio vai ora!
Le plance nella tanica, arancia meccanica, la ganjia più chimica e i Lyrical Drugs con lo spirito in panico.
Questo smog è un fracasso, l’unico sfogo tra cassa e rullante, poi lo stress ti passa e chi cade collassa.
Ci sta chi soffre dietro queste sbarre, aumentano gli sgarri, questi sbirri non mi sopportano.
Clementino spacca le vetrine, crack e pietrine, maccheroni e vino, schiaffi al regime, poi cade la regina, poca candeggina, tu te la tiri fino alle gengive, l’aria non si respira e tu non sei più attivo. Fino a che punto stiamo sicuri? Cerchiamo cure contro le disavventure, a volte sembra che parlo con il muro, mentalità vincente, con un microfono grido per una città che non sente!

RIT.

[/traduzione]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.