Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Con Everything is Love: Beyoncé regna incontrastata, previsioni vendita a rialzo

“Everything is Love”, è uscito a sorpresa sabato scorso in esclusiva su Tidal.

Successivamente, pubblicato sulle altre piattaforme, ha raggiunto la prima posizione su iTunes in quasi 70 Paesi. Un exploit del tutto inaspettato, ma saggiamente architettato.

L’hype creato intorno all’opera è stato ben alimentato dal gossip che ha coinvolto la coppia. La pubblicazione a sorpresa, spiazzante e roboante, con tanto di video glamour (osannato anche da Vogue) ha di certo aiutato.

Da quasi un anno Jay-Z parla di un album registrato con la moglie che prima o poi avrebbe visto la luce. La coppia, che ad oggi gode di uno strapotere invidiabile sul musicbiz lato produzione/marketing (lato commerciale Tidal non sta funzionando come avrebbero voluto), di recente, non ha brillato musicalmente come un tempo.

Lemonade, ultimo lavoro di Beyoncé, seppure difeso da molti fan, non ha avuto l’appeal dei precedenti album, forse per un sound troppo estremo e lontano dalle iconiche hit dell’ex Destiny’s Child.

“4:44” di Jay-Z è stato poco considerato seppure conteneva all’interno alcune idee interessanti rispetto alla media delle produzioni urban contemporanee.

Elemento di congiunzione tra tutti questi lavori è la saga familiare che tra tradimenti sbandierati (Lamonade) e ammissioni di colpa (4:44), trova forse la giusta conclusione in questo “Everything is Love” che segna la riconciliazione e speriamo, l’ultima puntata di una soap opera che poco ha a che fare con la musica.

Il nuovo album presenta una collezione di tracce che spaziano da sonorità prettamente urban e “Gangsta” rap ad altre che strizzano l’occhio al new soul (Summer).

Idee variegate commissionate a diversi produttori e a volte scritte e pensate per altri artisti, come il caso do “Boss” che, a detta dell’autore, Dernest Emile, inizialmente era destinata a Rihanna che ha declinato l’offerta. Peraltro proprio in questi giorni, Rirì, ha confermato di essere al lavoro sul nuovo album, magari con un sound distante da quello dei Carter.

Boss in effetti calza a pennello in un’album che, tra messaggi di riconciliazione, esaltazione dell’amore matrimoniale come terapia e slogan anti razzismo, celebra il potere della coppia.

Basti pensare al patinatissimo video di Apeshit. Una ostentazione di se stessi che lascia poco spazio ai buonisti. Il brano, coprodotto da un Pharrell Williams non particolarmente in vena, scorre su un ostinato campionento melodico secondo (una struttura classica di Pharrell Williams).

Il plus del brano e più in generale dell’album, è il ruolo della signora Carter. Beyoncé non è la comprimaria di un album rap con i ritornelli orecchiabili (di cui non vi è molta traccia, salvo, “Boss”, Black Effect, Summer…).

Beyoncé rappa in modo credibile e si impadronisce della scena, impreziosisce, con il suo timbro unico, brani che altrimenti risulterebbero poco efficaci (Nice, Friends).
C’è molta più Bee di quanto non sembri e molto del lavoro di produzione deve essere stato guidato proprio da lei.

Non sappiamo se il momentaneo exploit in classifica potrà portare nuova popolarità alla coppia, ma di certo attendiamo con ansia un ritorno di Beyoncé sulla scena internazionale magari non in salsa urban.

Hits Daily Double ha parlato ad inizio settimana di vendite attorno alle 72 mila copie di pure sales, e 125 mila con lo streaming. Ma a quanto pare le cifre potrebbero lievitare ulteriormente, lo conferma la stessa fonte, che ora non da previsioni precise.

Ecco qua la situazione:

 

  • *The Carters (Roc Nation/Parkwood/Columbia)**
  • *5 Seconds of Summer (Capitol) 113-118k, 90-100k
  • Post Malone (Republic) 83-88k, 9-11k
  •  XXXtentacion (Bad Vibes Forever) 80-90k, 6-7k
  • *Nas (Mass Appeal/Def Jam) 76-81k, 44-48k
  • *Christina Aguilera (RCA) 70-75k, 62-67k
  • Kanye West (G.O.O.D/Def Jam) 49-54k, 10-12k
  • Cardi B (Atlantic) 42-46k, 3-4k
  • Juice Wrld (Grade A/Interscope) 42-46k, 1-2k
  • Kids See Ghosts (G.O.O.D/Def Jam) 37-40k, 8-9k
  • The Greatest Showman (Atlantic) 33-36k, 19-22k
  • Lil Baby (QC/Motown/Capitol) 31-34k, <1k
  • Luke Combs (River House/Columbia Nashville) 26-29k, 7-8k
  • Shawn Mendes (Island) 26-29k, 8-9k
  • Post Malone (Republic) 24-27k, 2-3k
  • *Jay Rock (TDE/Interscope) 24-27k, 6-7k
  • Maroon 5 (222/Interscope) 23-26k, 2-3k
  • Dierks Bentley (Capitol Nashville) 22-25k, 19-22k
  • J. Cole (Dreamville/Roc Nation/Interscope) 21-24k, 2-3k
  • Imagine Dragons (Kidinakorner/Interscope) 20-23k, 6-7k

 


The Carters, aka Beyoncé e Jay-Z, stanno dominando la classifica iTunes mondiale degli album.

Everything Is Love

“Everything is Love”, continua a salire alla numero 1 in molti paesi del mondo. Il nuovo disco di Re Jay e Queen B si conferma dunque un best seller.

Al momento del rilascio il disco era alla numero uno in oltre 50 nazioni, che oggi, nel secondo giorno salgono in vetta in ben 67 nazioni.

Niente da fare per le BLACKPINK, il girl power group Corano che scende alla numero 2, e la povera Christina Aguilera che deve accontentarsi della numero 3… con un disco per noi validissimo “Liberation

Un risultato ovviamente eccezionale, ma sappiamo che gran parte di questo successo é dovuto molto semplicemente al “nome”, non tanto all’analisi ed alle critiche che ha ricevuto questo progetto congiunto tra Bey e Jay.

Ma voi di questo album cosa pensate? Merita davvero tutto il successo che sta ottenendo intorno al mondo?

 


A sorpresa nella notte è arrivato il joint album di Jay-Z e Beyoncé, dal titolo Everything Is Love. 

I coniugi, che per questa loro collaborazione si firmano come The Carters, sganciano così la “bomba” senza promo nel bel mezzo del loro One The Run II Tour, che ricordiamo farà tappa in Italia il 6 e 8 luglio. E’ durante lo show londinese della tournée che i due artisti hanno dato l’annuncio, facendo apparire sui mega schermi la scritta “ALBUM OUT NOW”, con i fans in totale delirio.

Everything Is Love in un certo senso completa la trilogia dedicata alla loro relazione, fatta di tradimenti scoperti (Lemonade), scuse e richieste di perdono (4:44) e, appunto,la  riconciliazione (Everything Is Fine), avvenuta anche e specialmente grazie alla musica, come aveva confessato il rapper mesi fa in un’intervista:

Usavamo la nostra arte quasi come una orta di terapia, così abbiamo ricominciato a scrivere musica insieme

Al momento, come c’era da aspettarsi, il progetto è disponibile esclusivamente per i clienti del servizio streaming TIDAL, ma è presumibile che nei prossimi giorni/settimane venga rilasciato anche nelle altre piattaforme.

A seguire cover + tracklist di Everything Is Love:


Un post condiviso da Beyoncé (@beyonce) in data:

SUMMER
APESHIT
BOSS
NICE
713
FRIENDS
HEARD ABOUT US
BLACK EFFECT
LOVEHAPP

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!